18enne ucciso:p.civile,no sconti 20enni – Cronaca


(ANSA) – ORISTANO, 8 LUG – E’ una condanna senza sconti
quella che gli avvocati delle parti civili hanno chiesto questa
mattina alla giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di
Oristano, Elisa Marras, per Christian Fodde, Riccardo Carta e
Matteo Satta, i tre imputati ventenni chiamati a rispondere di
omicidio premeditato pluriaggravato, occultamento e soppressione
di cadavere per la morte di Manuel Careddu, il diciottenne di
Macomer ucciso a colpi di piccozza e di badile la notte dell’11
settembre 2018 sulle sponde del lago Omodeo.
   
I legali Gian Francesco Piscitelli per il padre Corrado
Careddu e la sorellina di Manuel e Luciano Rubattu per la mamma
Fabiola Balardi, hanno sollecitato il massimo della pena per
tutti e tre gli imputati, insistendo per il riconoscimento della
premeditazione e della particolare efferatezza del delitto,
anche in relazione alla molla che ha fatto scattare la decisione
di uccidere Manuel: la sua insistenza a chiedere il pagamento di
una piccola partita di droga leggera

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi