A Milano i tesori della Ca’ Granda – Arte


(ANSA) – MILANO, 25 MAR – L’unico ritratto mai commissionato
a Giovanni Segantini, ma anche capolavori di Mario Sironi, di
Carlo Carrà, di Francesco Hayez: sono solo alcuni dei tesori che
compongono il patrimonio di donazioni raccolto in quasi 700 anni
dal Policlinico Ca’ Granda di Milano, che da oggi sono visibili
in una esposizione gratuita aperta al pubblico.
   
L’inaugurazione avviene non a caso per la festa del Perdono
istituita 660 anni fa da papa Pio II, alla presenza
dell’arcivescovo Mario Delpini, del presidente della Regione
Attilio Fontana, del sindaco Giuseppe Sala e del ministro
dell’Interno Matteo Salvini.
   
“Con la Festa del Perdono, che quest’anno cade proprio il 25
marzo, giorno dell’Annunciazione, da secoli si celebra la
fondazione del nostro Ospedale – ha spiegato Marco Giachetti,
presidente del Policlinico di Milano – Quello dei Tesori della
Ca’ Granda è il giusto modo per rendere onore a questa
tradizione”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi