A Pompei torna Theatrum Mundi – Teatro


(ANSA) – ROMA, 20 DIC – La Tempesta di Shakespeare con
l’adattamento e la regia di Luca De Fusco e il grande Eros Pagni
nel ruolo “ricucito” su di lui di Prospero. Ma anche L’Edipo a
Colono nella riscrittura di Ruggero Cappuccio con Rimas Tuminas
che ha preso il testimone da Eimuntas Nekrosius, il grande
regista lituano morto un mese fa. E poi ancora il Satyricon
nella versione di Francesco Piccolo, la danza dei Vertigo Dance
Company, ne Il Paradiso Perduto. A Pompei torna dal 20 giugno al
13 luglio Theatrum Mundi, il festival di drammaturgia antica
promosso dal Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e dal
Parco Archeologico, con quattro spettacoli di grande spessore,
opere in prima assoluta che puntano a replicare il successo
della stagione 2018, quando si raccolsero 12.800 spettatori e il
Teatro Grande segnò il tutto esaurito per nove serate su 13. Un
cartellone d’eccezione, sottolineano gli organizzatori, che
nasce dalla collaborazione di tanti enti diversi, da Napoli a
Roma e Genova

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi