Accademia Maiani e il barocco romano – Moda


(ANSA) – ROMA, 28 GEN – E’ il barocco romano, contaminato con
un tocco di follia creativa chissà perché alla flora tropicale,
ad animare le proposte del final work degli studenti
dell’Accademia Maiani, che ha sfilato al Pratibus District ieri,
27 gennaio, in chiusura delle manifestazioni di moda di
Altaroma. Dalle opere neoclassiche di grandi artisti come
Bernini, Borromini, Carracci, i talenti in erba della accademia
hanno tratto ispirazione per tuniche e pepli in seta cruda,
raso, broccato, lino, canapa e juta, decorati con ricami d’oro e
argento. Utilizzati anche spugna e sughero. Foglie esotiche
dorate arricchiscono il punto vita oppure costruiscono strutture
in lamina d’acciaio, che impreziosiscono lunghe vesti dai colori
tenui o intensi: bianco orchidea, peonia, violetto, iris, blu
notte. Piccoli corpetti nude sono celati da cappe dal colletto
di tulle plissettato. Corsetti rigidi si allungano in velati
cappucci che calati dalla testa possono trasformarsi in
scollature.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi