Al Bano chiede danni all’Ucraina – Musica


 Al Bano non ci sta. Dopo essere stato inserito nella lista nera degli individui considerati minaccia alla sicurezza nazionale, il cantante, con il suo avvocato Cristiano Magaletti, passa all’azione e minaccia di ricorrere alla Corte Europea dei diritti dell’uomo. Invita anche il ministro degli Esteri a intervenire per vie diplomatiche per ottenere l’immediata cancellazione dalla black list. Al Bano intende poi chiedere un risarcimento danni all’Ucraina, da devolvere in beneficenza a un ente benefico ucraino.
    “Non ci fermeremo: andremo sino a Strasburgo perché questo può diventare un pericoloso precedente – dice il legale -. Al Bano è cittadino del mondo ed amico di tutti, deve essere libero di andare in Ucraina; chiediamo al nostro Governo di intervenire immediatamente perché hanno ingiustamente attaccato il simbolo della canzone italiana”. E aggiunge: “questa vicenda non deve essere trattata con superficialità ed ironia, ma va dibattuta con la rabbia di chi si trova a subire un’enorme ingiustizia”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi