Alluvione Nuoro, scontro su evacuazioni – Cronaca


(ANSA) – NUORO, 26 NOV – “Torpè è sott’acqua ma la sindaca fa
resistenza”. Sono le 21.11 del 18 novembre 2013 quando l’allora
prefetto di Nuoro, Pietro Pintori, risponde così alla sala
operativa della Regione che risollecita provvedimenti di
evacuazione nel comune colpito dalla drammatica alluvione di 5
anni fa. La conta totale dei morti arriverà a 19 in tutta la
Sardegna, due dei quali in provincia di Nuoro. La registrazione
della telefonata dal prefetto è stata fatta ascoltare questa
mattina nell’aula del tribunale di Nuoro alla ripresa del
processo che vede alla sbarra 61 imputati per le due vittime e
la devastazione provocata nel territorio della Baronia dal
ciclone Cleopatra.
   
La sindaca di Torpè – tra i 61 rinviati a giudizio dalla
Procura – non ci sta a finire sulla graticola e ha subito
chiesto e ottenuto di rilasciare una dichiarazione spontanea:
“Io avevo iniziato l’evacuazione prima della telefonata della
Prefettura ma la popolazione era restia ad abbandonare le case”,
si è difesa Antonella Dalu.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi