Amicizia e difesa natura in family movie – Cinema


(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Una bionda turista armata di
balestra a cui viene portata la ‘vittima’, all’interno di un
recinto per permetterle di colpirla e farsi così un trofeo per
il salotto: è lo scioccante e reale simbolo delle ferite
inflitte costantemente dall’uomo alla natura, presente in una
scena di Mia e il leone bianco di Gilles de Maistre, family
movie francese sull’amicizia che nasce in Sudafrica tra un leone
e una bambina (Daniah De Villiers). Il film, in uscita il 17
gennaio distribuito da Eagle Pictures con Leone Film Group, è
una favola moderna sull’importanza della difesa dell’ecosistema.
   
Il pubblico sta rispondendo: dopo il debutto alla Festa del
Cinema di Roma, Mia e il leone bianco ha riempito le sale in
Francia ed è stato venduto in tutto il mondo.
Il film è stato girato interamente dal vero nella Welgedacht
Reserve vicino Pretoria, sotto la supervisione di Kevin
Richardson, zoologo esperto di leoni, in condizioni che
garantissero la massima sicurezza per troupe e cast e il
benessere degli animali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi