Annalisa, Leonardo sarebbe un influencer – Tv


“Se fosse vivo oggi, Leonardo sarebbe un influencer, un uomo che influenza la storia”: parola di Annalisa, che da domenica 28 aprile torna in seconda serata su Italia 1 con “Tutta colpa di Leonardo”, un documentario in tre puntate sul più grande inventore di tutti i tempi.
Dopo il viaggio al Cern di Ginevra in “Tutta colpa di Einstein”, quello nello spazio in “Tutta colpa di Galileo”, e quello sull’evoluzione degli esseri umani in “Tutta colpa di Darwin”, questa volta Annalisa aggiunge un nuovo tassello nel suo percorso di esplorazione sulla scienza: “la cosa che differenzia questa edizione – racconta la cantautrice laureata in fisica – è che si approfondiscono diversi mondi, non solo quello scientifico ma anche l’arte, l’architettura, la ricerca di Leonardo a tutto tondo. Il fascino di Leonardo non è solo scientifico o umanistico ma legato alla sua storia, al fatto che sia riuscito a eccellere in qualsiasi campo, non si può che rimanere affascinati da lui”.
Per raccontare Leonardo a un pubblico giovane, “abbiamo cercato di dare una visione del personaggio e non solo di ciò che ha realizzato, era interessante far emergere la sua personalità come nella lettera inviata alla corte di Ludovico Il Moro in cui si proponeva come architetto di corte e, da pacifista, tra le sue competenze metteva la capacità di costruire macchine da guerra: che tenacia e ambizione nel suo curriculum!”. Ad accompagnare il racconto, lo sguardo di esperti come Oliviero Toscani ma anche di tatuatori, urbanisti e delle farfalle della ginnastica ritmica, scelte come incarnazione della ricerca sulle proporzioni e l’armonia portata avanti da Leonardo.
Alla quarta edizione del programma “sono felicissima e contenta del successo delle edizioni precedenti”, dice Annalisa, che trova “questa avventura una perfetta intersezione tra creatività artistica e scientifica”. “Sono una cantautrice e non ho intenzione di darmi alla tv, ma – considera – sarebbe bello se ci fosse più scienza in tv, perché ha tantissimi aspetti divertenti. In genere si pensa che sia noiosa, ma non è così, io l’ho sempre saputo e con questo programma ho la prova che la gente ha voglia di divertirsi con la scienza”.
Sul fronte musicale, dopo il successo dell’album ‘Bye bye’, uscito lo scorso anno, “sto scrivendo per il disco nuovo, non mi si sente – conclude – perché mi sto dando un gran da fare”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi