Anpi, no a corteo per Ramelli e Pedenovi – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 19 APR – “Un conto è ricordare le vittime
della violenza, altro conto è tramutare il ricordo in aperta
apologia del fascismo”: per questo, come spiega il presidente
provinciale di Milano Roberto Cenati, Anpi chiede al Sindaco di
Milano, al Prefetto e al questore di impedire la manifestazione
in ricordo di Ramelli e Pedenovi del 29 aprile.
   
Al Prefetto e al Questore di Milano – ricorda Anpi – “è stato
presentato un appello firmato da sessanta tra parlamentari della
Lega, di Fratelli d’Italia, consiglieri regionali, comunali e
municipali, in cui si chiede che i neofascisti di Forza Nuova,
CasaPound e Lealtà e Azione possano sfilare per le vie di Milano
ricordando Ramelli e Pedenovi”. L’Anpi Provinciale di Milano
prevede, nel pomeriggio di lunedì 29 aprile, di promuovere un
presidio in piazzale Dateo, “poco distante dal luogo in cui il
giovane Gaetano Amoroso fu colpito a morte da neofascisti la
sera del 27 aprile 1976”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi