Apple toglie il velo sui nuovi computer Mac e sugli iPad a tutto schermo


NEW YORK – E’ l’accademia della musica di Brooklyn la location selezionata da Apple per l’evento di ottobre, la più antica istituzione artistica degli Stati Uniti. Il palco del keynote è nella Opera House interna della struttura, un teatro che ha ospitato  tra gli altri Enrico Caruso e Pina Bausch, 2000 posti in sala che oggi si riempiono per vedere cosa svelerà la Mela, una Apple insolitamente nella “Big Apple”, lontana da Cupertino ma vicina allo spirito creativo che irradia New York. La scelta è tutto fuorché casuale, quando si parla di arte e di Apple, i riferimenti sono chiari: oggi al centro del palco insieme a Tim Cook e i suoi ci saranno le nuove generazioni di iPad e Mac. Si parte alle 10, le 15 ora italiana.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi