Archibugi, Vivere come amarsi da confusi – Cinema


(ANSA) – VENEZIA, 31 AGO – Ordinarie scene di vita in
villetta a schiera di una famiglia sul punto di implodere, fra
mancanza di soldi, tradimenti, troppi sacrifici, malattia e
l’arrivo di una ragazza alla pari dall’Irlanda che rischia di
sconvolgere un faticoso gioco di equilibri di coppia. Sono tra i
tasselli che compongono Vivere di Francesca Archibugi, scritto
dalla regista con Francesco Piccolo e Paolo Virzi, per un cast
che comprende Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini, Roisin O’
Donovan, Massimo Ghini, Marcello Fonte, Valentina Cervi e Enrico
Montesano. Il film presentato fuori concorso alla Mostra
Internazionale del Cinema di Venezia, arriverà in sala in 300
copie il 26 settembre, distribuito da 01. “Mary Ann è quasi un
archetipo, il diverso che fa girare la storia al contrario”
spiega Francesca Archibugi, che nonostante torni a parlare in
qualche modo di incontro/ scontro fra classi e posizioni etiche
diverse, spiega: “nei miei film i personaggi li considero pezzi
unici, non vanno letti in chiave sociologica”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi