Aste a New York tra record e flop – Arte


(ANSA) – NEW YORK, 18 NOV – Un David Hockney da record, ma
Alberto Burri, un Jackson Pollock e un Van Gogh hanno fatto
flop: il mercato dell’arte e’ entrato in una nuova fase di
montagne russe. Dopo una corsa al rialzo la scorsa stagione,
nelle aste di autunno di New York i prezzi hanno cominciato a
volare in diverse direzioni. Come spiegare i 90 milioni di
dollari che hanno fatto di Hockney l’artista vivente piu’
costoso della storia ma il Vincent Van Gogh stimato 40 milioni
che non ha trovato un compratore? Sotheby’s, Christies’s e
Phillips hanno scambiato di mano opere d’arte per 1,9 miliardi
di dollari, in linea con le aspettative, ma con andamenti
imprevedibili: “Difficile capire in che direzione andare”, ha
commentato il ‘Wall Street Journal’, notando che capolavori
“trofeo” sono restati “in panchina”, a differenza di un decennio
fa quando erano le opere “di serie A” ad attirare clienti in
cerca di beni rifugio. A voler trovare un trend, i collezionisti
preferiscono ora competere per opere sotto i 20 milioni di
dollari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi