Asteroidi, impatti sulla Terra triplicati in 290 milioni anni


DALL’ETA’ dei dinosauri ad oggi, cioè negli ultimi 290 milioni di anni, gli impatti degli asteroidi sulla Terra e sulla Luna si sono quasi triplicati rispetto ai precedenti 700 milioni di anni. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’università di Toronto, coordinati da Rebecca Ghent, dopo avere analizzato il suolo lunare.

I risultati dello studio diffusi su Science sono basati sulle immagini e i dati termici raccolti dalla sonda della Nasa Lro (Lunar Reconnaissance Orbiter). I ricercatori sono riusciti a calcolare l’età dei crateri più grandi con meno di 1 miliardo di anni e, confrontandoli con i ‘coetanei’ sulla Terra, hanno scoperto che le similitudini concludendo che il tasso di collisioni con gli asteroidi era triplicato sia sul nostro pianeta che sul suo satellite.

in riproduzione….

Per molto tempo si è pensato che la Terra avesse perso la gran parte dei suoi crateri a causa della tettonica a placche, ma questi nuovi risultati dimostrano invece che “ce ne sono pochi non perché sono stati erosi nel tempo, ma perché prima di 290 milioni di anni fa sono caduti meno asteroidi”, spiega William Bottke, coautore dello studio. Il motivo non è ancora chiaro, ma si pensa che possa dipendere dalle collisioni avvenute nella cintura di asteroidi che si trova tra Marte e Giove, che potrebbero aver prodotto i detriti che poi hanno raggiunto la parte più interna del Sistema Solare.

Questa scoperta potrebbe avere delle implicazioni anche sulla storia della vita sulla Terra, contrassegnata da grandi estinzioni e la rapida evoluzione di nuove specie. Secondo i ricercatori, l’impatto degli asteroidi potrebbe aver avuto un ruolo importante, in particolare sui dinosauri, diffusisi 250 milioni di anni fa, più vulnerabili a questi eventi rispetto ai gruppi dei primi animali.


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi