Baby T-rex in vendita su Ebay per quasi 3 milioni di dollari


ROMA – Un dinosauro all’asta su eBay. Proprio così. Prezzo altino, quasi tre milioni di dollari. La decisione del suo scopritore e proprietario, Alan Detrich, ha scatenato le proteste e l’indignazione dei paleontologi: è probabile che l’esemplare finirà in mano a privati e sarà quindi perduto per la scienza. Ma oltre al danno anche la beffa: il piccolo T-rex è stato finora esposto al Museo di Storia Naturale di Lawrence dell’Università del Kansas, esposizione che ha fatto lievitare il suo valore commerciale.

Il baby Tyrannosaurus rex, soprannominato “Figlio di Sampson”, è stato scoperto nel 2013 in Montana da Detrich e da suo fratello. Si tratta di uno scheletro incompleto di 68 milioni di anni fa, che nel 2017 era stato dato in prestito al Museo di Lawrence. Nella vendita su eBay i proprietari lo “sponsorizzano” come l’unico esemplare giovane di T-rex mai scoperto, affermazione che però è ancora tutta da verificare. Le analisi delle sue ossa, infatti, potrebbero fare luce sul dibattito che riguarda gli esemplari di piccole dimensioni trovati finora in Nord America: potrebbero essere tutti baby T-rex o potrebbero appartenere ad una specie distinta di nano-dinosauri.

Tuttavia, se lo scheletro non sarà permanentemente a disposizione dei ricercatori, qualsiasi analisi non potrà essere verificata e, di conseguenza, perderà il suo valore. Detrich ha dichiarato di essersi pentito della sua decisione di lanciare l’asta senza prima avvertire il museo: “Di questo mi assumo la piena responsabilità”. Ma aggiunge che non c’è nessuna legge che vieta ai privati di mettere in vendita i loro fossili, o di farli esporre in un museo.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi