Basket, Champions: riscatto Venezia, la Reyer passa a Friburgo dopo un supplementare


FRIBURGO – Venezia trova l’atteso riscatto. Dopo il ko interno contro Nanterre, la Reyer torna subito al successo espugnando il parquet di Friburgo nella settima giornata di Champions League. Agli uomini di coach De Raffaele serve un supplementare per piegare (86-96) la tenace resistenza dei padroni di casa, dopo che nei quaranta minuti dei tempi regolamentari il risultato era sempre rimasto in bilico. All’overtime, però, i lagunari mostrano maggiore lucidità psicofisica e negli ultimi tre minuti scavano un divario incolmabile per la compagine svizzera.
 
I padroni di casa partono meglio (7-2 al 2’30”), ma la risposta orogranata non si fa attendere e Venezia piazza un parziale di 9-0 che la porta avanti. Poi l’attacco della Reyer si inceppa e Friburgo mette a segno un prepotente contro-break che vale il 18-11 a 2’30” dalla fine del primo quarto, che si chiude 23-17 in favore degli svizzeri. Nel secondo il match prosegue ad elastico con strappi da parte di entrambe le squadre. La Reyer è praticamente sempre costretta a inseguire, ma si presenta all’intervallo con sole due lunghezze da recuperare (42-40).
 
Al ritorno sul parquet l’Umana riversa in campo maggiore intensità e allunga fino al +8 (48-56), grazie a un parziale completato dalla tripla di De Nicolao. Friburgo, però, non molla e resta a contatto (55-56 alla fine del terzo periodo). L’ultima frazione procede sul filo dell’equilibrio con sorpassi e contro-sorpassi fino ai tre liberi che consentono ai padroni di casa di impattare sul 77 pari e di prolungare il match all’overtime. Nel supplementare Friburgo inizia meglio, poi Venezia si scatena da tre: le bombe di Haynes, Tonut e Daye fanno scappare i lagunari sull’81-86 e quella di Bramos a 1’05” dal termine rimette a debita distanza gli svizzeri (84-91), che non hanno più le forze per reagire e segnano soltanto altri due punti.
 
FRIBURGO OLYMPIC-UMANA VENEZIA 86-96
(23-17, 42-40, 55-56)
FRIBURGO: Jaunin 2, Steinmann, Gravet 3, Mladjan 5, T. Jurkovitz ne, Toure 11, Watts 11, Madiamba ne, Robertson 16, Williamson 17, Timberlake 7, N. Jurkovitz 14. All. Aleksic.
VENEZIA: Haynes 19, Stone 13, Bramos 9, Tonut 14, Daye 14, De Nicolao 3, Vidmar, Washington 5, Biligha 2, Giuri 6, Cerella, Watt 11. All. De Raffaele.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi