Basket, Nba: Gallinari trascina i Clippers in vetta, vince anche Belinelli. Bene Toronto e Oklahoma


NEW YORK – Danilo Gallinari dà spettacolo e guida Los Angeles in testa alla classifica, Belinelli contribuisce alla vittoria degli Spurs, completando una notte positiva per gli azzurri dell’Nba. A tenere il passo dei Clippers è Oklahoma che piega Charlotte. A Est non si ferma la corsa di Toronto che batte Washington e resta saldamente in testa.
 
GALLINARI PROTAGONISTA – A prendersi la scena sono i Clippers (12-6) che, grazie al successo all’overtime per 117-112 ai danni di Memphis (12-6), balzano in vetta della Western Conference, agganciando proprio i Grizzlies. E’ questa la principale novità alla ripresa del campionato dopo la festa del ringraziamento, a conferma di un torneo mai così incerto come quest’anno. Grande prestazione per Gallinari, che mette a referto 20 punti e 9 rimbalzi in una stagione che si fa empre più esaltante. Bene anche Marco Belinelli, che con i San Antonio Spurs (9-9) è andato a vincere sul parquet della Bankers Life Fieldhouse, la tana degli Indiana Pacers (11-8), segnando 7 punti in 26 minuti di impiego. Top scorer dell’incontro è il suo compagno di squadra LaMarcus Aldridge, a referto con 33 punti (21 di Bojan Bogdanovic tra i padroni di casa).
 
GOLDEN STATE RITROVA IL SUCCESSO, OKLAHOMA VOLA – Dopo quattro sconfitte di fila, tornano al successo Golden State (13-7) a spese di Portland (12-7) che incassa un pesante 125-97. I Warriors, trascinati da Durant e Thompson con 32 e 31 punti, provano così a uscire da questa fase difficile della stagione. Volano gli Oklahoma City Thunder (12-6), che superano i Charlotte Hornets (9-9) e viaggiano in testa alla West Conference appaiati a Clippers e Grizzlies. Protagonista assoluto è Russell Westbrook, decisivo con i suoi 30 punti. A rafforzare la prova della stella di Oklahoma arrivano le prestazioni di Paul George (19) e Dennis Schroder (23).
 


Basket, Nba: Gallinari trascina i Clippers in vetta, vince anche Belinelli. Bene Toronto e Oklahoma

Leonard in azione durante Toronto-Washington

TORONTO PADRONA A EST – A Est prosegue il dominio dei Raptors (16-4) che superano senza problemi i Wizards (6-12) per 125-107, grazie soprattutto ai 27 punti e 10 rimbalzi di Kawhi Leonard. Toronto consolida così il suo primato, approfittando dei tonfi interni di Milwaukee e Philadelphia. I Bucks (13-5) vengono battuti a sorpresa dai Phoenix Suns (4-14) con il canestro a fil di sirena di Jamal Crawford. A Milwaukee non basta un Antetokounmpo da 35 punti. Altro colpo inatteso è quello messo a segno di Cleveland (3-14) in casa di Philadelphia (13-8). A incidere è l’ottima prestazione offensiva dei Cavaliers, chiusa con il 52,7% totale dal campo e il 50% da 3.
 
LAKERS CONFERMANO MOMENTO DI FORMA – Prosegue il momento d’oro dei Los Angeles Lakers (11-7),  alla settima affermazione nelle ultime otto gare disputate. Nel successo ai danni di Utah Jazz (8-11) per 90-83 spiccano i 24 punti di Brandon Ingram e la doppia coppia di LeBron James (22 punti, 10 rimbalzi). Boccata d’ossigeno per Boston (10-9), che passa facilmente in casa di Atlanta (3-16), e ritrova la vittoria dopo tre ko consecutivi. Chiudono in doppia cifra Baynes (16), Tatum (14) e Irving (13). Serata positiva anche per  i Detroit Pistons (9-7) e i Miami Heat (7-11), che si impongono rispettivamente ai danni di Houston (9-8) e Chicago (5-14). Affermazioni per i Knicks (6-14) sui Pelicans (10-9) e per i Nuggets (12-7) che travolgono gli Orlando Magic (9-10) 112-87.
 
I RISULTATI –  Questi i risultati delle gare della regular-season dell’Nba che si sono disputate nella notte italiana: Los Angeles Clippers-Memphis Grizzlies 112-107 d1ts; Detroit Pistons-Houston Rockets 116-111 d1ts; Atlanta Hawks-Boston Celtics 96-114; Toronto Raptors-Washington Wizards 125-107; New York Knicks-New Orleans Pelicans 114-109; Philadelphia 76ers-Cleveland Cavaliers 112-121; Chicago Bulls-Miami Heat 96-103; Indiana Pacers-San Antonio Spurs 100-111; Oklahoma City Thunder-Charlotte Hornets 109-104; Milwaukee Bucks-Phoenix Suns 114-116; Denver Nuggets-Orlando Magic 112-87; Golden State Warriors-Portland Trail Blazers 125-97; Los Angeles Lakers-Utah Jazz 90-83.
 


Basket, Nba: Gallinari trascina i Clippers in vetta, vince anche Belinelli. Bene Toronto e Oklahoma

Curry esulta in panchina

CURRY ILLESO DOPO INCIDENTE IN AUTO – Paura per Stephen Curry. La stella dei Golden State Warriors venerdì mattina è stato coinvolto in un incidente con più auto sull’autostrada 24, come ha spiegato la franchigia Nba. La Porsche di Curry sarebbe stata colpita due volte, subendo ingenti danni durante un incidente che ha coinvolto tre auto vicino nel Tunnel di Caldecott. Illeso il giocatore che si è presentato nella struttura di allenamento dei Warriors ad Oakland per proseguire il recupero a seguiti di  un problema all’inguine che gli ha fatto perdere le ultime sette partite.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi