Basket Nba, Golden State e Boston partono con il piede giusto


NEW YORK –  Buona la prima per Golden State e Boston nel campionato Nba. Si alza il sipario sulla stagione 2018-19 e le due squadre più accreditate per sfidarsi alle Finals partono col piede giusto, anche se è piuttosto sofferta l’affermazione casalinga dei Warriors campioni in carica.

GOLDEN STATE PIEGA OKLAHOMA CITY, BENE CURRY E DURANT – La formazione californiana, tre titoli e una finale persa negli ultimi 4 anni, alla Oracle Arena di Oakland (casa dei Warriors fino al termine di questa stagione prima del trasferimento al Chase Center) prima festeggiano gli anelli e poi si impongono su Oklahoma City per 108-100. I Thunder, ancora privi dell’infortunato Russell Westbrook, operato al ginocchio lo scorso mese, arrivano all’intervallo sotto di 10 punti ma poi cambiano marcia e spaventano Golden State arrivando a mettere la freccia nel terzo quarto (69-66). La partita resta aperta fino alla fine, ma nonostante le ottime prestazioni di Paul George (27 punti) e Dennis Schroder (21 punti) Oklahoma City non riesce ad evitare la sconfitta. Si prende subito la scena Stephen Curry, che alla prima apparizione stagionale mette a referto 32 punti, 8 rimbalzi e 9 assist, ma non è da meno Kevin Durant (27+8+6). Bene anche Damian Jones, con 12 punti alla prima nel quintetto titolare, e Kevon Looney, autore di una ‘doppia doppia’ da 10 punti e altrettanti assist.

BOSTON DOMINA PHILADELPHIA, BRILLA SUBITO TATUM – Prova di forza a Est per Boston, candidata numero uno a colmare il vuoto di potere che si è venuto a creare con l’addio di LeBron James a Cleveland. I Celtics possono finalmente schierare tutte le loro stelle e nel match inaugurale a farne le spese è Philadelphia, altra pretendente al trono della Eastern Conference, travolta 105-87 al TD Garden. A trascinare i “verdi” è Jayson Tatum (23 punti e 9 rimbalzi), mentre devono ancora togliersi un po’ di ruggine Gordon Hayward (10 punti) e Kyrie Irving (7 punti e 7 assist), entrambi al rientro dopo gli infortuni che hanno condizionato la loro prima stagione a Boston. Bene anche Marcus Morris (16 punti e 10 rimbalzi) mentre ai Sixers non bastano Joel Embiid (23 punti e 10 rimbalzi) e Ben Simmons (19 punti e 15 rimbalzi, oltre a 8 assist).
 
DEBUTTANO GALLINARI CON I CLIPPERS E BELINELLI NEGLI SPURS – Fra qualche ora l’esordio per i due italiani: Danilo Gallinari, coi suoi Clippers, ritroverà da avversario Denver mentre Marco Belinelli, tornato a San Antonio, se la vedrà con i Minnesota Timberwolves. Nella notte italiana fra giovedì e venerdì, invece, l’attesa prima di LeBron James in maglia Lakers.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi