Basket, Nba: Portland rovina il debutto di LeBron con i Lakers, ok Miami e Philadelphia


WASHINGTON – E’ amara la ‘prima’ di LeBron James con i Los Angeles Lakers. Il ‘Prescelto’ ci prova in tutti i modi a far felice la franchigia californiana con i suoi 26 punti, 12 rimbalzi e 6 assist, ma i gialloviola a Portland alzano bandiera bianca: 128-119 il finale per i padroni di casa che hanno meritato la vittoria. A trascinare i Blazers il solito Damina Lillard, protagonista con 28 punti, di cui 10 nel primo caldissimo quarto. Decisivo anche il contributo dalla panchina di Nik Stauskas, autore di 24 punti. Ne fa 21 McCollum, vanno in doppia cifra anche Nurkic (16 punti e 9 rimbalzi) e Turner (13).

NIENTE DRAMMI IN CASA LAKERS – Al di là del risultato, però, la prestazione dei nuovi Lakers non è del tutto da buttare, anche perché questa squadra è stata costruita in prospettiva. Lo stesso LeBron in estate aveva frenato le fantasie dei tifosi gialloviola chiedendo tempo e pazienza. Il Re si prende subito la scena con un discorso motivatore pre-partita concluso con un urlo “dominiamo” e anche durante il match non ha perso occasione per spingere e consigliare i compagni più giovani. Già, perché oltre alle certezze (Rajon Rondo e LeBron James), questa squadra ne ha di strada da fare. Dei giovani a Portland ha brillato solo Josh Hart, autore di 20 punti, mentre hanno faticato a ingranare Kuzman, Ball e Ingram. Ci sarà da lavorare (soprattutto sulla difesa), ma per ora i Lakers possono accontentarsi dei 70 punti conquistati in area ed è da lì che bisogna ripartire.


Basket, Nba: Portland rovina il debutto di LeBron con i Lakers, ok Miami e Philadelphia

Simmons e Covington

OK MIAMI E PHILA – Vittoria sulla sirena per Miami che si impone 113-112 sul parquet dei Washington Wizards. Gli Heat, dunque, riscattano il ko al debutto e vincono la prima partita, capitalizzando i 28 punti di Richardson, i 20 di McGruder e i 17 di Jones, mentre per i Wizards i più prolifici sono Wall (26), Beal (20) e Green (17). Nell’altra gara della notte, infine, Philadelphia batte 127-108 Chicago. I trascinatori dei Sixers sono Joel Embiid e Ben Simmons, il primo fa registrare al suo attivo 30 punti e 12 rimbalzi, il secondo una tripla doppia con 13 punti, altrettanti rimbalzi e 11 assist, mentre ne fa 20 Covington. Tra i Bulls fa 30 punti, in doppia cifra anche Portis (20), Blakeney (15), Parker (15) e Holiday (10).

I RISULTATI – Philadelphia 76ers – Chicago Bulls 127-108, Washington Wizards – Miami Heat 112-113, Portland Trail Blazers – Los Angeles Lakers 128-119.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non viviamo di stipendi pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi