Basket Ncaa: la scarpa si rompe, infortunio per Zion Williamson


Un palleggio, un cambio di direzione. E una scarpa che esplode, alimentando così un caso nello sport americano, con meno munizioni dopo la fine della stagione Nfl e i giorni di pausa della Nba, dopo l’All Star Game. Zion Williamson è la nuova sensazione del basket a stelle e strisce, un candelotto di dinamite  (201 cm) nel corpo di un millennial, destinato a esplodere nella Lega di Lebron James. Punti, rimbalzi, una potenza fisica forse sconosciuta anche ai livelli più alti della Nba con la casacca dei Duke Blue Devils (Ncaa) e magnete di interesse per i media, gli addetti ai lavori (è da tempo battezzato dagli scout Nba per la prima scelta al Draft) e varie multinazionali, pronte a investire su di lui.

Ma per ora è esplosa, nel vero senso del termine, solo una delle sue scarpe, nei primi sospiri della sfida tra Duke e North Carolina (vinta dai secondi 88-72), la classica del basket universitario statunitense. Trentatrè secondi di gioco, palla a Zion e il palazzetto dello sport, il Cameron Indoor Stadium (biglietti anche a 2500 dollari) si è fermato, la scarpa sinistra non ha retto al cambio di passo, saltata la suola, con uno squarcio che ha provocato la torsione innaturale del suo ginocchio. E quindi, in un amen, gara finita, corsa negli spogliatoi, ginocchio passato allo scan dai medici, più di una decina di franchigie Nba in ansia, con il destino del prossimo quinquennio in bilico per quella maledetta scarpa. Tipo i New York Knicks, che se ottenessero la prima scelta assoluta al Draft, potrebbero tenersi Zion oppure inserirlo in una trade per ottenere una stella, tipo Kevin Durant, portando l’asso di Golden State  – assieme a uno dei tanti possibili free agent della prossima estate, da Kyrie Irving ad Anthony Davis – nella Grande Mela. Insomma, un disastro per tutti. Per una scarpa che esplode.

 
La scarpa della discordia

E una serata, in diretta tv nazionale, andata di traverso anche – se non soprattutto – a Nike (sponsor tecnico della Lega per otto anni, contratto in essere dal 2017-18), che si è vista esposta per la calzatura andata in frantumi. Un pessimo spot promozionale, con Williamson che nelle ultime settimane è finito nel mirino della multinazionale con lo swoosh, il potenziale erede di James anche dal punto di vista mediatico e commerciale nella Nba. E dunque, subito un augurio, via comunicato ufficiale, di pronta guarigione al fenomeno di Duke e le rassicurazioni sull’indagine approfondita, alla ricerca delle motivazioni del cedimento della scarpa. Rassicurazioni che non hanno ovviamente impedito il flusso di commenti, condivisioni sul web e ironia per le immagini del crac di Williamson.

Da LeBron a Mitchell, le reazioni

 Per Nike è stata una serata complicata perché l’incrocio tra Duke e North Carolina con infortunio a Williamson è divenuto oggetto di discussione anche tra le star Nba. E quindi, mano allo smartphone, ecco Lebron James che si è detto, via Twitter, preoccupato per la salute del ginocchio della stellina di Duke, mentre Donovan Mitchell, uno dei volti nuovi della Nba, leader degli Utah Jazz, ha posto l’accento sulla disfunzionalità del modello collegiale, che produce dividendi per tutti, tranne che per gli atleti (che non possono percepire salari o sottoscrivere accordi commerciali), poco tutelati: “Ci tenevo a ricordare quanti soldi e interessi girano intorno a questa partita e neanche un centesimo di tutto quel giro di denaro finische nelle tasche dei giocatori. E adesso Zion si è fatto male: qualcosa deve cambiare”, ha twittato Mitchell, inserendo nel tag la Ncaa.


Basket Ncaa: la scarpa si rompe, infortunio per Zion Williamson

Barack Obama

Gli auguri di Obama

Insomma, il ginocchio di Williamson è divenuto un trend topic negli Stati Uniti anche perché – per l’assai contenuta gioia di Nike – il parquet di casa dei Duke Blue Devils è stato davvero il centro del mondo. A bordocampo c’era anche l’ex presidente americano, Barack Obama, appassionato di pallacanestro, che negli anni alla Casa Bianca si esibiva puntualmente, alla lavagnetta, nei pronostici per la March Madness (il celebre bracket indigesto invece per Donald Trump), la Follia di Marzo, che porta poi alla Final Four e all’elezione dell’università vincitrice del titolo nazionale Ncaa. E qualche ora dopo il sinistro infortunio di Williamson, è arrivato il suo tweet di incoraggiamento: “Zion Williamson è un ragazzo eccezionale oltre che un grandissimo talento. Gli auguro un rapido recupero dall’infortunio”.





http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi