Basket, serie A: un altro colpo di Pistoia, Reggio Emilia al tappeto e contestata



REGGIO EMILIA – Da fortino semi inespugnabile, che aveva contribuito alle fortune della Pallacanestro Reggiana, ora il PalaBigi è divenuto una sorta di terra di conquista. Nell’anticipo dell’ottavo turno del massimo campionato a passare sul parquet emiliano è stata stavolta una rinata Oriora Pistoia, che si è imposta per 84-82 cogliendo la prima vittoria di sempre nella città del Tricolore, secondo colpo esterno di fila dopo quello piazzato a Sassari, grazie a un winner di Kerron Johnson rilasciato a un paio di secondi dalla sirena conclusiva, al termine di un match in cui comunque i toscani sono sempre stati avanti nei tre periodi.

E così a fine gara, per la prima volta da anni, è partita una contestazione nei confronti di giocatori e allenatore della Grissin Bon, che fin qui ha raccolto appena due successi, raggiunta ora a quota 4 proprio dalla formazione toscana, con dietro la sola matricola Trieste con 2 punti.

JOHNSON E KRUBALLY SPINGONO AVANTI PISTOIA – Primo quarto di totale equilibrio, con Reggio che parte molto forte trovando alte percentuali ma Pistoia risponde impattando e andando avanti sul 13-19 con la tripla di un ritrovato Dominique Johnson, già protagonista una settimana fa nel blitz in Sardegna. Il margine di 6 lunghezze resta anche quello di fine quarto (15-21), con il canestro allo scadere di Martini.

Alla Grissin Bon mancano i punti di Ledo (miglior realizzatore del campionato), che nei primi 11 minuti in campo tira appena due volte verso il ferro avversario (0/2). Gli ospiti tengono così la testa avanti anche nel secondo parziale, trascinati dai 9 punti di Krubally e dalle triple di Johnson che producono il +9 (28-36), appena ritoccato nel 32-40 con cui si va all’intervallo lungo.

LEDO SI SVEGLIA E GUIDA LA RIMONTA REGGIANA – La Oriora tiene il controllo del match, anche a inizio ripresa, salendo a +13 senza che la squadra di casa trovi modo di accorciare in maniera significativa il gap. Si sveglia però Ledo, che insieme alle palle perse di Pistoia consente agli uomini di Cagnardi di giocarsi l’ultimo quarto. Con 8 minuti sul cronometro la tripla di Ledo vale il -5 e il quinto fallo di D. Johnson carica ulteriormente il pubblico del PalaBigi, che ora crede nella rimonta. Ledo, salito a quota 19 punti, firma il -2 a 5 giri di lancette dalla sirena.

Pistoia riprende qualche possesso di vantaggio ma nel finale le assenze di Johnson e Martini si fanno sentire, con Ledo (top scorer con 22 di bottino complessivo) che dall’altra parte trascina i suoi al pareggio a quota 82 a 18” dalla fine del regolamentare. E’ però Kerron Johnson a segnare il jumper decisivo quasi allo scadere regalando ai toscani (miglior marcatore del team Krubally con 15) una seconda pesantissima vittoria esterna consecutiva.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA-ORIORA PISTOIA 82-84
(15-21, 32-40, 52-63)
GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Mussini 9, Ledo 22, Soviero ne, Candi 2, Aguilar 15, Gaspardo 3, Vigori ne, Cervi 13, Ortner 5, Llompart 3, De Vico 10. Allenatore: Cagnardi.
ORIORA PISTOIA: Bolpin 12, Della Rosa 3, Johnson K. 14, Peak, Krubally 15, Auda 8, Di Pizzo ne, Martini 10, Querci ne, Severini 8, Johnson D. 10, Gladness 4. Allenatore: Ramagli.
ARBITRI: Martolini-Paglialunga-Giovannetti.
NOTE: Tiri liberi Grissin Bon 17/26, Oriora 12/17. Usciti per cinque falli Cervi, Johnson D.


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi