Bouchet, io nel film di Zalone – Cinema


(ANSA) – CORTINA D’AMPEZZO, 21 MAR – “Altro che sex symbol:
avrei fatto volentieri la parrucchiera o la truccatrice”. La
cucina? “Non so cosa sia, per farvi capire meglio: uso il mio
forno solo come ripostiglio”. A parlare così al festival
Cortinametraggio è Barbara Bouchet, sogno erotico italiano degli
anni Settanta, ora 75enne e con ancora tanta voglia di lavorare.
   
Intanto ha appena finito le riprese a Malindi del film ‘Tolo
Tolo’, quinta fatica cinematografica di Checco Zalone, ma del
suo ruolo non parla: “Checco mi ha cucito la bocca, non posso
dire davvero nulla”. E poi tra una settimana sarà a Roma sul set
romano di un remake di Vacanze romane (Rome in Love di Eric
Bross): “Sono la vicina del giovane giornalista a cui faccio un
po’ da confidente, un ruolo che assumerò poi anche verso la
ragazzina sua amante. Per lei anche un remake-sequel di Milano
calibro nove, film di Fernando De Leo del 1972, da girare a
giugno. “Oggi – dice – più sei volgare più finisci in tv. Se non
hai scandali non si parla di te”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi