Boy Erased, il ‘peccato’ di essere gay – Cinema


(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Dopo ‘La diseducazione di Cameron
Post’, si torna a parlare alla Festa di Roma di terapie di
riorientamento sessuale dei gay, ancora permesse negli Usa in 36
Stati, nonostante siano spesso violente, attraverso la vera
storia di Garrard Conley, figlio 19enne di un pastore battista,
costretto ad accettare un programma di riconversione su basi
religiose pur di non essere allontanato dalla famiglia. Il suo
libro di memorie uscito nel 2016 ha ispirato ‘Boy Erased’ di
Joel Edgerton (anche cointerprete), con protagonista Lucas
Hedges, e per la prima volta insieme sul grande schermo Nicole
Kidman e Russell Crowe. Il film è in uscita negli Usa a novembre
e in Italia a febbraio con Universal.
   
Boy Erased segue il tentativo di cancellazione dell’identità
in Jared (Hedges), che passa dall’essere un figlio modello per
il papà Marshall (Crowe), stimato pastore battista titolare di
una concessionaria d’auto, e la madre Nancy (Kidman) quando il
ragazzo gli rivela, dopo una violenza subita all’università, di
essere gay.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/cinema_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi