Brignone, campionessa per l’ambiente – Arte


(ANSA) – ROMA, 24 MAG – Gli sci ai piedi, che questa volta,
non corrono, ma trascinano a fondo. Bottiglie, flaconi, buste:
la plastica è ovunque e stringe, avviluppa, toglie l’aria. ”Non
oso immaginare come si sentano i pesci”. Dalle piste da sci al
blu degli abissi, la campionessa olimpica Federica Brignone si
schiera in difesa dell’ambiente protagonista di Traiettore
liquide, mostra fotografica di Giuseppe La Spada, esposta nelle
sedi di Banca Generali Private d’Italia, a partire da Roma
(ingresso gratuito, fino al 3/6 a via Bissolati e dal 10/6 a
Piazza CLN a Torino).
L’allarme, quello lanciato dall’Onu: entro il 2050 oltre 8
milioni di tonnellate di plastica invaderanno i nostri mari e
gli scatti di Traiettorie liquide immaginano la campionessa
sciare sott’acqua, tra le acque blu di Lipari e quelle piene di
plastica di una piscina ad Abano. ”Ho provato davvero un senso
di claustrofobia – dice lei – Il messaggio è chiaro: la plastica
è utile, non possiamo farne e a meno. Ma impariamo a utilizzarla
meglio”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi