Bubeníček, la mia Carmen indomabile – Teatro


(ANSA) – ROMA, 28 GEN – “La mia Carmen è una femme fatale,
ma dentro di sé ha soprattutto un elemento di indomabilità.
   
Nessuno riesce a farle fare ciò che vuole. La sua è una storia
attuale: tutte le donne dovrebbero tendere alla libertà dello
spirito”. Descrive così la sua eroina Ji?í Bubení?ek, coreografo
ceco che presenta in prima mondiale al Teatro dell’Opera di Roma
l’ultima creazione, il balletto Carmen, in scena dal 2 al 10
febbraio. Un nuovo allestimento a cura della Fondazione del
Teatro dell’Opera (scene di Gianni Carluccio, costumi di Anna
Biagiotti), che stupirà il pubblico non solo per il linguaggio
personale del coreografo, tra classico e contemporaneo, ma
perché questa versione torna alle origini, alla novella di
Mérimée. Diviso in due atti, il balletto si caratterizza anche
per la musica, eseguita dall’Orchestra guidata dal Maestro Louis
Lohraseb: Bubení?ek ha infatti voluto accompagnare la partitura
di Bizet con alcune composizioni di Manuel de Falla, Isaac
Albéniz, Mario Castelnuovo-Tedesco e di Gabriele Bonolis.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:








https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi