‘Buco’ da 20 mln,prosciolti 3 frati – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 17 MAG – Sono stati in parte prosciolti per
prescrizione e in parte assolti nel merito tre frati, ex
amministratori di tre enti dei Frati Minori, imputati per
appropriazione indebita per un ammanco nelle casse dei
francescani da 20 milioni di euro. Lo ha deciso il giudice di
Milano Giuseppe Vanore nel processo in cui i tre enti, la Casa
Generalizia dell’Ordine dei Frati Minori, la Provincia di
Lombardia San Carlo Borromeo e la Conferenza dei ministri
provinciali dei Frati Minori d’Italia, erano parti civili. Il
giudice, in particolare, ha dichiarato il “non doversi procedere
per intervenuta prescrizione” per i 3 imputati per i fatti fino
al maggio del 2011 e l’assoluzione “perché il fatto non
sussiste” per quelli rimanenti e successivi (motivazioni tra 90
giorni). Il processo era a carico di Giancarlo Lati, ex economo
della Casa Generalizia, di Renato Beretta, ex economo della
Provincia di Lombardia dei Frati Minori, e di Clemente Moriggi,
ex economo della Conferenza dei ministri provinciali dei Frati
Minori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi