Buzz Aldrin: io rivoglio la Luna


Ha le idee chiare sulle politiche spaziali Buzz Aldrin, l’astronauta che nel luglio del 1969 raggiunse il suolo lunare con Neil Armstrong. E lancia un appello a Trump. Torniamoci, sulla Luna, e restiamoci. Per costruire un ponte che porti le nuove generazioni fino a Marte. L’intervento di Aldrin apre il supplemento “Scienze” di Repubblica, che si presenta rinnovato nella grafica e nei contenuti. “Scienze” sarà in edicola, gratuitamente, il giovedì, e sarà esterno al giornale: bisogna quindi ricordarsi di chiederlo all’edicolante insieme a Repubblica.
Un supplemento ricco che da queste settimana ha sedici pagine dove racconteremo temi, storie, persone legate al mondo della ricerca, della tecnologia e dell’ambiente. Vediamo gli altri servizi.
Tecnologia
In due pagine Rosita Rijtano spiega come i droni, le macchine volanti che cominciano ad entrare nella vita di tutti i giorni; possono anche aiutare a salvare le vite in pericolo. Trasportano organi, sangue, farmaci e strumenti medici. Oltre a monitorare zone dove si sono verificati fenomeni naturali.
E Jaime D’Alessandro inaugura una pagina dove racconta le prove effettuate sugli oggetti hi tech di ultima generazione. Cominciamo con i visori per la realtà virtuale.
Ambiente
Il 19 maggio in molte località italiane si terranno marce di protesta contro l’uso dei pestici in agricoltura. A cominciare da quella dei bambini (e delle loro mamme) che frequentano il piccolo asilo di San Giacomo di Veglia, una frazione di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso. I bambini, e i loro genitori non vogliono che il vigneto accanto alla loro scuola usi pesticidi per la produzione di prosecco.
Un altro tema riguarda la Natura: ecco la love story tra due lupi che si sono incontrati qualche anno fa sulle Alpi orientali e sono riusciti a ripopolarle.
Persone
Sandra Savaglio, l’astrofisica che nel 2004 si guadagnò la copertina di Time, si racconta in un’intervista a Luca Fraioli. E spiega perché, dopo anni di lavoro all’estero, decise di tornare. Ora insegna all’Università della Calabria.
Scuola
E poi, in chiusura, come sempre, il tradizionale appuntamento con la scienza in classe. Questa settimana raccontiamo l’esperienza di un gruppo di ragazzi di un liceo di Bari che a scuola hanno costruito uno strumento che misura l’energia del cibo: un contacalorie.
 
 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi