Castelnuovo di Porto, come stroncare un eccellente percorso di integrazione



CASTELNUOVO DI PORTO – Quattro anni di intenso lavoro per rendere dignitoso il centro di accoglienza per richiedenti asilo sfumano in poche ore. La gestione del Cara di Castelnuovo di Porto era affidata alla Cooperativa sociale Auxilium dal 2014. Prima il buco nero di Mafia Capitale e il commissariamento del Comune. È stato il Tar Lazio a decidere le sorti della seconda struttura più grande d’Italia, dopo Mineo, assegnando l’appalto (che scadrà a fine mese) ad Auxilium. “Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione della chiusura né dalla Prefettura né dal Ministero degli Interni. Lo abbiamo saputo da Repubblica. Alla cooperativa venerdì è stato comunicato soltanto che 300 su 535 ospiti sarebbero stati spostati in altre regioni”, fa sapere il portavoce Roberto Rotondo .

Prima e dopo il 2014. Pur collocato nella periferia del piccolo borgo medievale, il Cara di Castelnuovo di Porto ha rappresentato negli ultimi anni un fiore all’occhiello per il sistema di integrazione messo in atto da più di un centinaio di professionisti che – con la chiusura – perdono il lavoro senza alcun tipo di preavviso. Molti erano all’interno del Cara anche prima dell’arrivo di Auxilium. Una cinquantina sono castelnuovesi. L’esperienza della cooperativa sociale, che ha anche altri tre appalti in Italia (uno nel Lazio e due in Puglia) è partita da zero, dovendo risanare anzitutto le condizioni igienico-sanitarie tutt’altro che dignitose del megaedificio affittato dalla Prefettura di Roma e di proprietà dell’Inail. “Il Cara nel 2014 era in condizioni disastrose, grande promiscuità e sporcizia ovunque”, dicono i lavoratori. Con la giunta comunale del sindaco Riccardo Travaglini, eletto nel 2017, si è creata una sinergia tale da permettere la realizzazione di numerosi progetti sia ricreativi sia finalizzati all’apprendimento di un lavoro.

Il laboratorio di fotografia. Ne è un esempio il laboratorio di fotografia tenuto da Simona Filippini di Camera 21, finanziato per ben due volte dal Comune. Il progetto è stato anche integrato nel Festival internazionale di fotografia di Castelnuovo di Porto, giunto a settembre alla sesta edizione. La grande novità è stata la partecipazione dei migranti che hanno scattato i ritratti dei castelnuovesi, allestendo un set nella piazza del borgo. “Abbiamo voluto capovolgere i punti di vista. Normalmente siamo noi a parlare di loro. È stato interessante creare un percorso di reciprocità di sguardi”, ha dichiarato Simona Filippini che manifesta stima per il gigantesco lavoro organizzativo svolto per non far perdere il contatto con la realtà ai migranti, che a volte restavano lì per anni in attesa. “Purtroppo – dice – così facendo stiamo interrompendo i destini di questi ragazzi per la terza, quarta volta, reiterando la loro odissea e distruggendo quello che c’è”.

Il Festival. Anche la direttrice artistica del Festival, Elisabetta Portoghese, residente a Castelnuovo di Porto, racconta di un percorso di integrazione tra la cittadinanza e i migranti assolutamente riuscito: “Gli ospiti del Cara sono stati tra i volontari che hanno lavorato all’allestimento del museo delle arti contadine, quando c’è stata l’emergenza neve ci hanno aiutato a spalarla e hanno anche verniciato i cancelli delle scuole. Non è la chiusura che stupisce – ammette – ma la modalità”. Molti migranti erano inseriti nel contesto scolastico. Alcuni avevano già conseguito il diploma della scuola media ed erano in procinto di concludere le superiori. Come Mouna la giovane donna etiope che sogna di fare l’interprete e che ieri si è vista improvvisamente sul ciglio di una strada, giacché il governo italiano non le riconosce più il permesso umanitario. Nel suo caso è intervenuto il sindaco ad accoglierla, ma molti altri in queste ore sono improvvisamente senza un tetto.

I servizi. Auxilium aveva avviato un  protocollo di intesa con il comune e la scuola. Per molti ora il percorso è interrotto. “Il capitolato d’appalto – dichiara una delle dipendenti – prevedeva vari servizi: la mediazione linguistica, l’assistenza legale, il presidio medico h24, il servizio psico-sociale, l’insegnamento di lingua, il vitto e l’alloggio, il servizio di pulizie, l’assistenza degli operatori alla persona, l’assistenza amministrativa, la ristorazione, ecc”. Una delle pedagogiste spiega che “in concertazione con il Comune è stato fatto un lavoro su due binari, di modo che i migranti potessero mettere a disposizione le loro competenze e acquisirne nuove”.

Scuola e attività extrascolastiche. Di laboratori nel centro ne sono stati fatti tanti, dai corsi per parrucchieri a quelli di sartoria, panificazione e giardinaggio. Non sono mancate le attività teatrali, basti ricordare lo spettacolo di Riccardo Vannuccini nel 2016 al Teatro Argentina inserito nel progetto Teatro in Fuga. Sulla scena c’erano i migranti del Cara di Castelnuovo di Porto a rappresentare, attraverso i grandi della letteratura, il lungo viaggio affrontato. Numerose sono state anche le collaborazioni con le associazioni sportive. Tra gli ospiti del Cara un giocatore della Castelnuovese, entrato a far parte anche dell’Athletica Vaticana. “Tra domani e dopodomani però – avverte la pedagogista – verrà mandato via anche lui e perderà tutto”. Come lui, la maggior parte dei migranti, molti dei quali giovani.

 


http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi