Cedimento E45:indagati 3 funzionari Anas – Cronaca


(ANSA) – AREZZO, 3 DIC – Non fecero interventi urgenti di
risanamento adeguati: ma sapevano da tempo, tramite varie
segnalazioni, che era disastrosa la situazione del tratto della
superstrada E45 dove l’11 febbraio 2018 ha poi ceduto una
piazzola nella carreggiata nord, in direzione Pieve Santo
Stefano (Arezzo). Anche con queste conclusioni il procuratore di
Arezzo Roberto Rossi ha notificato gli avvisi di chiusura delle
indagini a tre dirigenti Anas con l’ipotesi di reato di disastro
doloso. Si tratta di Oliviero Rocco capo centro Anas di Firenze,
Massimo Pinelli capo nucleo Anas di Firenze e Antonio
Scalamandrè responsabile di area del compartimento Anas della
Toscana. I tre sono accusati di “aver omesso di effettuare i
necessari ed urgenti interventi strutturali finalizzati ad
ovviare alla situazione di pericolo che si era manifestata con
riferimento alla piazzola di sosta della strada E45 e nonostante
si fossero manifestati evidenti segnali di un rischio di crollo
consistiti in palesi fessurazioni del manto stradale”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi