Chievo-Fiorentina 3-4, Chiesa rilancia i viola nella corsa all’Europa


VERONA –  La Fiorentina resta aggrappata al treno dell’Europa League. I viola passano con un pirotecnico 4-3 al Bentegodi e infliggono un duro colpo alle già flebili speranze di salvezza del Chievo. Tra gol, errori, proteste, nervosismo e giocate d’autore, il filo rosso che lega il successo di Verona al pareggio interno con la Sampdoria di una settimana fa, al di là della pioggia di reti, è il carattere sfoggiato dagli uomini di Pioli. Ancora una volta in inferiorità numerica, i gigliati trovano la forza per vincere una gara nella quale offrono il meglio di sé proprio dopo il rosso a Benassi. Il ko interno è probabilmente una punizione eccessiva per un Chievo tanto caotico quanto generoso, ma premia una Fiorentina che, sotto di un uomo, si dimostra letale in contropiede e, oltre a due sigilli di Chiesa, colleziona anche due legni.
 
TRIDENTE VIOLA CONFERMATO – Di Carlo, costretto a fare a meno degli squalificati Kiyine e Bani, oltre che degli infortunati Cacciatore, Obi e del partente Radovanovic, scioglie l’unico vero dubbio in favore di Jaroszynski, preferito a Barba nel ruolo di terzino sinistro. Pioli, privo degli squalificati Edimilson, Biraghi e del febbricitante Milenkovic, schiera Laurini e Hancko sulle corsie laterali di difesa, mentre Norgaard ha la meglio su Gerson a centrocampo. In avanti conferma per Chiesa e Muriel sulle fasce, con Simeone al centro dell’attacco.
 
MURIEL ANCORA A SEGNO – Già il primo tempo, condito da gol e proteste clivensi per le decisioni arbitrali, è un concentrato di emozioni. I viola impiegano appena quattro minuti per sbloccare la gara con il solito Muriel, bravo a chiudere in rete una perfetta triangolazione con Hancko, ma la risposta dei padroni di casa è veemente. I gialloblu guadagnano metri, premono sull’acceleratore, scheggiano il palo con Stepinski e pareggiano al 14′ con Giaccherini, che sfrutta un clamoroso errore in disimpegno di Lafont.
 
PROTESTE GIALLOBLU  – Chiffi, però, viene richiamato al Var e dopo aver visto più volte l’azione decide di annullare il gol, applicando alla lettera il regolamento, perché Pellissier aveva pestato la linea dell’area prima che la palla uscisse dalla stessa sulla rimessa dal fondo del portiere viola. Il Chievo non la prende bene e il nervosismo aumenta quando l’arbitro lascia correre su un dubbio contatto in area tra Pezzella e Pellissier, sul quale il direttore di gara preferisce non affidarsi all’ausilio della moviola.
 
BENASSI RADDOPPIA, STEPINSKI ACCORCIA – Mentre il Chievo protesta, la Fiorentina colpisce ancora: Simeone scatta in posizione regolare sulla destra e premia l’inserimento di Benassi che, al volo, fascia la palla in modo perfetto battendo un impotente Sorrentino. Il raddoppio non fiacca il morale dei clivensi. Gli uomini di Di Carlo reagiscono con carattere e Stepinski tiene aperta la sfida con un’inzuccata perfetta su cross di Depaoli dalla destra.
 
PELLISSIER COLPISCE DAL DISCHETTO – Il primo squillo della ripresa è di Muriel, che si divora il 3-1 sbagliando clamorosamente la misura del tocco sotto davanti a Sorrentino. Le recriminazioni viola per non aver chiuso i conti aumentano tre minuti più tardi, quando la partita sembra mettersi in discesa per il Chievo. Benassi intercetta di mano una conclusione di Leris: è rigore – che Pellissier trasforma per il 2-2 – e rosso per il centrocampista gigliato. I clivensi ci credono e caricano a testa bassa, consapevoli che un punto cambierebbe di poco la sostanza della loro classifica.
 
CHIESA INCONTENIBILE – In contropiede, però, si aprono voragini per le ripartenze di Muriel e Chiesa. Il figlio d’arte fa le prove generali con una traversa colpita con il sinistro a giro e poi punisce Sorrentino con il piede opposto, grazie a un delizioso tocco da posizione defilata. Il match non concede un attimo di respiro e, dopo un palo di Muriel, il Chievo ha l’opportunità di impattare ancora su rigore, concesso per un fallo di mano (in questo caso molto più opinabile) di Gerson. Si ripropone il duello tra Lafont e Pellissier, ma stavolta a uscirne vincitore è il portiere francese.
 
IL CHIEVO NON SFONDA NEL FINALE – A scrivere la parola fine sulle sorti dell’incontro ci prova Chiesa, che finalizza un contropiede da manuale di Gerson con la doppietta personale, ma il colpo di testa vincente di Djordjevic all’89’, che vale il 3-4, regala un epilogo palpitante, degno di una partita che non vuole saperne di terminare. Il Chievo si riversa in avanti con la solita intraprendenza e colleziona altre due chance per evitare il ko. Le conclusioni di Depaoli e Giaccherini sono senza fortuna e i veneti restano tristemente arenati a quota 8 punti in classifica.
 
CHIEVO-FIORENTINA 3-4 (1-2)
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Tomovic (30′ pt Cesar), Rossettini, Jaroszynski; Hetemaj, Rigoni, Leris (25′ st Barba); Giaccherini; Stepinski (33′ st Djordjevic), Pellissier. In panchina: Semper, Caprile, Tanasijevic, Frey, Pucciarelli, Burruchaga, Grubac, Vignato, Meggiorini. Allenatore: Di Carlo.
FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Laurini (35′ st Ceccherini), Pezzella, Vitor Hugo, Hancko; Benassi, Norgaard (1′ st Gerson), Veretout; Chiesa, Simeone (17′ st Dabo), Muriel. In panchina: Terracciano, Brancolini, Eysseric, Pjaca, Mirallas, Diks, Thereau. Allenatore: Pioli.
ARBITRO: Chiffi di Padova.
RETI: 4’pt Muriel, 27’pt Benassi, 38’pt Stepinski; 15’st Pellissier (rig.), 34′ e 41’st Chiesa, 44’st Djordjevic.
NOTE: giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Benassi, Giaccherini, Sorrentino, Rigoni. Espulso: Benassi per fallo di mano volontario in area di rigore. Angoli: 7-5. Recupero: 5′; 5′.

La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi