Chiude Bookcity con numeri in aumento – Libri


 “Ci fa piacere constatare che la manifestazione rappresenti concretamente la crescita civile della città. Una storia di 7 anni, nata come partnership pubblico-privato, che ha mantenuto questa identità e ha progressivamente allargato la presenza della società civile”.
    Così esprime la propria soddisfazione il comitato promotore di BookCity, la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell’editoria che si è conclusa oggi a Milano. Una festa ‘diffusa’, andata in scena in musei, teatri, scuole, biblioteche, palazzi storici, librerie, associazioni e negozi.
    I dati dell’edizione 2018 confermano la crescita esponenziale di BookCity: 1.452 eventi (nel 2012 erano stati 437), 354 sedi, 2.996 tra relatori e presentatori. A testimoniare il successo dell’evento anche la tipologia molto varia delle sedi coinvolte: filiera del libro (28%), altre filiere culturali (16%), enti formativi (12%), imprese e associazioni professionali (19%), sedi pubbliche, sociali e religiose (25%). Dei 135 Comuni della Grande Milano, 72 hanno avuto almeno una sede di BookCity. E ancora, nel 2018 hanno partecipato 7 Università e 6 Accademie. La libreria di BookCity, al Castello Sforzesco, ha registrato il 20% in più di vendita dei libri rispetto alla passata edizione. Anche i profili social di BookCity hanno avuto una crescita in termini di follower dall’edizione 2017: Facebook è cresciuto dell’11%, Twitter del 7,3% e Instagram del 69%.”Nella crescita del modello Bookcity, in questa edizione – ha detto l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – ha avuto un peso particolare il taglio internazionale del progetto, grazie al coinvolgimento delle città della Letteratura del circuito Unesco, e in particolare di Dublino. La presenza di Mike McCormack – ha aggiunto – testimonia la partecipazione e la condivisione sempre più internazionale di temi e protagonisti del mondo creativo della produzione letteraria ed editoriale”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi