Ciclismo, Giro d’Italia: Zakarin vola in salita. Nibali vs Roglic finisce pari, Polanc resta in rosa


Si sono cercati, trovati, come se gli altri non esistessero. Primoz Roglic vs Vincenzo Nibali: va in scena il primo atto del duello chiave del Giro. Primo giorno di salita vera, dura: il loro è un duello fisico e psicologico. Nibali invita Roglic a lavorare di più, a prendersi le proprie responsabilità. Lo sloveno è gelido, non replica con lo sguardo, sale del proprio passo: sa che la sua abilità di cronoman può fargli vincere il Giro. Solo una accelerazione alla Froome (ma lui è più composto del keniano bianco) alla quale lo Squalo non lascia spazio.  
 
Già, come se gli altri non esistessero. Gli altri però esistono. A Ceresole Reale vola Ilnur Zakarin. Altro tipo abbastanza enigmatico, se non altro per il fatto di parlare solo russo. In salita va, è sempre andato: ha vinto tappe al Giro ed al Tour, è da classifica. Purtroppo per lui, quando la strada scende inizia il suo tormento interiore. Non va, in questo ricorda un po’ i colombiani di una volta. Al Giro di 3 anni fa, scendendo dal Colle dell’Agnello si fracassò scapola e clavicola atterrando sulle rocce… Comunque la sua è una impresa che gli vale il podio nella generale dietro al secondo, Roglic. “Non ho seguito una strategia precisa, i miei due attacchi non erano pianificati – ha spiegato il russo. Sono venuto al Giro d’Italia per puntare alla top 5 della classifica e spero di riuscirci”.
 
In testa c’è sempre Jan Polanc. Lo sloveno è protagonista di una difesa intelligente: fa l’elastico con i migliori, tiene però le energie per non andare alla deriva nella salita finale. . “Sono andato del mio passo e sono felice di essere riuscito a difendere la maglia, ma devo ringraziare la squadra che ha lavorato sodo tutto il giorno. Domani vedremo come andrà”.

Questo è tanto altro nel primo giorno veramente duro.  Colle del Lys,  Pian del Lupo, quindi i 20 km finali che portano al traguardo. Come successo verso Pinerolo, va subito via una fuga nutritissima. Un crogiuolo di ambizioni personali e di tattica. Per la classifica Mollema (con lui i fidi Brambilla, Ciccone e Conci) e Zakarin sono i più pericolosi.  Gli altri sono funzionali ad azioni di attacco.  
 
Landa ha tre luogotenenti, Lopez anche (tra loro anche il fido Cataldo), Nibali manda il fratello e Pozzovivo, Yates ha Juul-Jensen e Nieve. Sulla seconda salita (Pian del Lupo), tutto sembra delinearsi: Roglic isolato, Polanc che arranca, davanti vanno a tutta. Dopo la discesa però le carte vengono totalmente rimescolate. Polanc rientra sui big ad esempio, e alcuni di quelli che dovevano fare da appoggio si fanno riassorbire.
 
Ultima salita. Landa dà la prima stoccata quando mancano 16 km. Azione importante, lo aspetta il compagno di squadra Carretero, fuggitivo della prima ora. Lo spagnolo, fa una grande azione, guadagna parecchio. Verso Pinerolo lo aveva fatto in coppia con Miguel Angel Lopez: stavolta il colombiano si deve arrendere alla sorte, attardato da un problema al cambio nelle fasi calde della gara e finisce per deprimersi. Davanti Mollema non tiene il passo, è Nieve il più pericoloso avversario per Zakarin. Lo spagnolo è lì perché non ha più senso l’appoggio a Simon Yates: il britannico è in difficoltà, l’alta classifica per lui ormai è utopia. Il tutto mentre il Giro si interroga:  va bene Roglic e Nibali, ma esiste un terzo uomo?

ORDINE D’ARRIVO
1. Ilnur Zakarin          (Rus, Katusha-Alpecin)    in 5h34’10”
2. Mikel Nieve            (Esp, Mitchelton-Scott)    a    0’35”
3. Mikel Landa            (Esp, Movistar)            a    1’20”
4. Richard Carapaz        (Ecu)                      a    1’38”
5. Bauke Mollema          (Ned)                      a    1’45”
6. Rafal Majka            (Pol)                      a    2’07”
7. Primoz Roglic          (Slo)                      a    2’57”
8. Vincenzo Nibali        (Ita)                            s.t.
9. Pavel Sivakov          (Rus)                      a    3’34”
10. Davide Formolo         (Ita)                      a    3’50”
11. Miguel Angel Lopez     (Col)                      a    4’19”
15. Jan Polanc             (Slo)                      a    4’39”
17. Simon Yates            (Gbr)                      a    5’00”
CLASSIFICA GENERALE
1. Jan Polanc              (Slo, UAE Emirates)     in 54h28’59”
2. Primoz Roglic           (Slo, Jumbo-Visma)       a     2’25”
3. Ilnur Zakarin           (Rus, Katusha-Alpecin)   a     2’56”
4. Bauke Mollema           (Ned)                    a     3’06”
5. Vincenzo Nibali         (Ita)                    a     4’09”
6. Richard Carapaz         (Ecu)                    a     4’22”
7. Rafal Majka             (Pol)                    a     4’28”
8. Mikel Landa             (Esp)                    a     5’08”
9. Pavel Sivakov           (Rus)                    a     7’13”
10. Miguel Angel Lopez      (Col)                    a     7’48”
12. Simon Yates             (Gbr)                    a     8’14”
13. Davide Formolo          (Ita)                    a     8’44”
20. Valerio Conti           (Ita)                    a    17’20”
21. Bob Jungels             (Lux)                    a    17’22”

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi