Coetaneo pestato, condannati minori – Cronaca


(ANSA)- VARESE, 3 LUG – Quattro anni e sei mesi al capo-banda
e quattro anni ad altri tre della stessa banda: sono le condanne
inflitte oggi in abbreviato dal Tribunale per i Minorenni di
Milano a quattro quindicenni accusati di aver segregato,
picchiato e torturato un loro coetaneo, in un garage di Varese
lo scorso novembre. L’obiettivo era ottenere informazioni su un
suo amico che la gang voleva rintracciare. La condanna più alta
è stata inflitta dal giudice al minore ritenuto la ‘mente’ del
sequestro e del pestaggio del quindicenne, legato e picchiato
con un bastone di ferro in un un box di Varese. A quanto è
emerso era pronto a lasciare l’Italia con la madre prima di
essere arrestato.
   
L’accusa aveva chiesto condanne per un totale di 21 anni di
carcere, sostenendo che tutti e quattro i giovani imputati non
abbiano mostrato segni di ravvedimento ed empatia con la
vittima. Le difese avevano chiesto per i giovanissimi la messa
in prova a cui la Procura minorile si è opposta, posizione
sposata anche dal giudice.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi