Cold case, vedova vittima ‘non perdono’ – Cronaca


(ANSA) – TORINO, 27 NOV – “Mio marito è stato finalmente
riabilitato, ma non perdonerò mai chi lo ha ucciso”. Lo afferma
all’ANSA la vedova di Roberto Rizzi, ucciso per uno scambio di
persona in un bar di Torino da Vincenzo Pavia, ex collaboratore
di giustizia che 31 anni dopo ha confessato il delitto alla
polizia. “Quella fu una esecuzione – ricorda la donna che chiede
di restare anonima – e le esecuzioni avvengono tra malavitosi.
   
Mio marito era passato per uno di quelli, ma non era così. Lui
era una persona buona…”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/cronaca_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi