Da ex presidente Ars a medico Lampedusa – Cronaca


(ANSA) – PALERMO, 11 LUG – Dal più alto scranno di sala
d’Ercole quando era presidente dell’Assemblea regionale
siciliana doveva dirigere i lavori d’aula con codici e
regolamenti adesso si occuperà anche di migranti. Francesco
Cascio, 55 anni, medico igienista dell’Asp di Palermo, una
carriera politica alle spalle che lo ha portato a presiedere il
Parlamento siciliano, è oggi ‘referente’ del poliambulatorio
sanitario di Lampedusa al posto di Pietro Bartolo, stato eletto
tra le fila del Pd al parlamento europeo. Cascio a 21 anni era
già consigliere comunale della Dc a Palermo, poi l’adesione nel
’94 a Forza Italia, fino a diventare tra i “big” del partito di
Berlusconi in Sicilia. Cascio decadde dall’Ars a causa di una
inchiesta per corruzione, prima di essere assolto
definitivamente dall’accusa in Cassazione. L’operazione
‘Artemisia’ su una superloggia massonica a Castelvetrano è
costata a Cascio gli arresti domiciliari con l’accusa di
favoreggiamento personale. Misura annullata e archiviata dal
tribunale del riesame.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi