Dallo Studio 54 al Piper, la Night Fever – Musica


(ANSA) – BRUXELLES, 17 DIC – Musica, moda e design. Le
magiche atmosfere del Piper, discoteca alla moda negli anni
Sessanta a Roma, rivivono a Bruxelles in una mostra dal titolo
‘Night Fever’, organizzata al museo del design della capitale
belga ai piedi dell’Atomium fino al 5 maggio.
   
Cinquant’anni di storia che hanno cambiato il modo di ballare
e di concepire il divertimento notturno, diventato oramai un
fenomeno di massa, partendo proprio dal locale che rese famosa
Patty Pravo, non dimenticando le discoteche della riviera
romagnola, attraversando anche l’Atlantico per approdare al
mitico Studio 54 che ospitò le più famose pop-star dell’epoca,
come Andy Warhol.
Luci soffuse, sfere specchiate, neon, stroboscopi, accolgono
il visitatore in un universo pieno di sonorità e luci colorate
dove riecheggiano le notti mistiche e rivoluzionarie, mettendo
in risalto tutti quegli elementi caratteristici che hanno creato
l’identità dei vari club e dove il design e soprattutto i dj
hanno giocato un ruolo centrale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:









https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cultura_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi