Disobedience tra amore di Dio e passione – Cinema


(ANSA) – ROMA, 23 OTT – Il peccato risalta con più forza
sullo sfondo della religione. Nella prima scena di
‘Disobedience’ di Sebastian Lelio, in sala dal 25/10 con Cinema
di Valerio De Paolis, assistiamo alla saggezza di un anziano
rabbino, Moshe Artog (Allan Corduner), alle prese con un sermone
dedicato prima alla creazione e poi all’inevitabile scelta umana
tra bene e male. Il rabbino, dopo un breve malore, muore proprio
durante il suo sermone.
   
Fin qui il sacro nel delicato film del regista cileno. La
scena cambia poi con l’arrivo da New York, prima della cerimonia
della sepoltura, della figlia del rabbino, l’emancipata e
anticonformista Ronit (Rachel Weisz), nota fotografa allontanata
dal padre anni prima. Ad avvisarla è stata Esti (Rachel
McAdams), sua amica storica, con la quale Ronit ha avuto una
breve ma intensa relazione. Un fuoco, il loro, che cova ancora
sotto la cenere, nonostante Esti sia ormai sposata con Dovid
(Alessandro Nivola), allievo diletto del rabbino di cui sarà
molto probabilmente il giovane successore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA










https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/cinema/cinema_rss.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi