Fadil, pm a istituto medicina legale – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 20 MAR – “Siamo qui per una riunione
preparatoria e per prendere decisioni con i nostri consulenti”:
è quanto si è limitato a dire il procuratore aggiunto Tiziana
Siciliano arrivata poco fa insieme al pm Luca Gallio,
all’Istituto di Medicina Legale di Milano in vista dei prelievi
di tessuti dagli organi di Imane Fadil, la testimone chiave del
processo Ruby morta in circostanze misteriose lo scorso primo
marzo all’Humanitas. Da quanto si è appreso, oggi, dopo la
riunione, si procederà con il cosiddetto carotaggio su alcuni
organi interni.
   
I tessuti prelevati verranno poi analizzati per verificare la
presenza o meno di radioattività in un laboratorio
specializzato. In caso di positività alle radiazioni si
procederà nell’esame autoptico con tutte le cautele del caso e
anche con l’apporto della squadra speciale dei vigili del fuoco
che è già stata allertata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi