Fadil: pm, autopsia indagini 360 gradi – Cronaca


(ANSA) – MILANO, 25 MAR – L’autopsia sul corpo di Imane
Fadil, deceduta in circostanze misteriose lo scorso 1 marzo,
indagherà a 360 gradi e quindi su ogni possibile causa della
morte della modella. E’ quanto è stato riferito in Procura a
Milano dove è stata aperta un’inchiesta per omicidio volontario.
   
Gli esami autoptici cominceranno forse domani, in quanto si è
ancora in attesa dell’esito degli ultimi test effettuati dai
laboratori dell’Enea di Roma sull’assenza di tracce di
radioattività nel corpo della 34enne. Per i risultati
dell’autopsia, si prevede, bisognerà aspettare almeno un mese in
quanto il quesito ha molte specifiche poiché prenderà in
considerazione ogni aspetto, dall’avvelenamento per
intossicazione da metalli o altro alla morte naturale per
malattia rara fino a quello genetico.
   
La famiglia di Imane Fadil “non ha tesi precostituite, vuole
sapere la verità e si affida al lavoro della magistratura, ai pm
che stanno facendo un lavoro ottimo”, ha detto il nuovo legale
della famiglia, l’avvocato Mirko Mazzali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi