For Sama, lettere d’amore dentro Aleppo – Cinema


(ANSA) – CANNES, 16 MAG – Nella sezione Séance Spéciales Waad
al Kateab e Edward Watts portano al Festival di Cannes ‘For
Sama’, il primo documentario della giornalista siriana tanto
duro quanto indispensabile, per capire l’evoluzione della
politica del regime di Bashar al-Assad durante la rivoluzione
siriana ad Aleppo dal 2005 al 2016.
   
Una sorta di microstoria che nasce da immagini forti e dalle
lettere a Sama, figlia della regista, in cui racconta il perché
alla fine sia rimasta in Siria nonostante l’inferno intorno.
   
Insomma cinque anni in cui questa donna, ovvero Waad al Kateab,
si è innamorata, sposata e ha dato alla luce Sama dentro
l’orrore della guerra.
   
Sama significa “sole”, speranza, e così non a caso Waad al
Kateab e Hamza, suo marito e medico, rimangono ad Aleppo anche
quando tutti se ne vanno, anche gli uccelli.
   
“I nostri canti coprivano il suono delle bombe – dice la
regista – . La vita va avanti e batte ancora più forte quando in
ogni momento tutto sembra essere perduto”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi