Formula 3, Sophia Floersch torna a casa: “Ora un nuovo capitolo”


MACAO – Sophia Floersch ha lasciato l’ospedale per fare rientro a casa. La diciassettenne tedesca, che otto giorni fa è stata vittima di un terribile incidente a Macao nella gara di Formula 3 volando con la sua monoposto fuori dal circuito e procurandosi la frattura della settima vertebra cervicale (ha poi subito un’operazione chirurgica di 11 ore), sta tornando in Germania, con un aereo privato messo a disposizione dall’Adac, la federazione automobilistica del suo Paese. I suoi rapidi progressi hanno dunque rassicurato i medici cinesi che stanno seguendo il decorso operatorio, inducendo a dare l’ok al trasferimento.

in riproduzione….

L’ANNUNCIO DI SOPHIA: “STO VOLANDO A CASA” – E’ stata la stessa giovane pilota ad annunciarlo con un post sui profili social. “Sto tornando a casa. Sono davvero felice di poter rivedere nei prossimi giorni tutta la mia famiglia e gli amici. Sono ancora sopraffatta da tutto il sostegno che ho ricevuto da voi fan di ogni parte del mondo – ha scritto Sophia facendo poi esplicito riferimento al modo ‘miracoloso’ in cui è scampata al drammatico schianto – Ho celebrato il mio 2° compleanno il 18/11/2018 a Macao: ora comincia un nuovo capitolo e non vedo l’ora che inizi. Concentriamoci sul 2019”.

I RINGRAZIAMENTI DELLA FLOERSCH – Oltre a quello ai tifosi, non mancano, ovviamente, altri ringraziamenti. “Un grande grazie va a tutte le persone di Macao, specialmente i ragazzi dell’ospedale, il Dr. Lau, il Dr. Chan, il signor Lei Wai Seng, Maria Elisa Goncalves, l’angelo Sulanir Goncalves Pacheco e tutte le meravigliose infermiere. E anche all’organizzazione completa del GP di Macao, Patrick, il Dr. Ceccarelli, la Hwa AG e la Mercedes che hanno fatto un lavoro perfetto semplicemente aiutandomi amichevolmente in ogni modo”, ha aggiunto Sophia, che dopo questo spavento si appresta a vivere probabilmente il più bel Natale della sua vita.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi