Gabriele come Alex, serve il trapianto – Cronaca


(ANSA) – NAPOLI, 18 MAG – Gabriele è nato sordo quasi venti
mesi fa e poco dopo i suoi genitori che vivono a Milano hanno
scoperto che era affetto dalla SIFD, sigla di una malattia
rarissima, l’Anemia Sideroblastica con Immunodeficienza delle
Cellule B, Febbri Periodiche e Ritardo dello Sviluppo. La cura?
Come per il piccolo Alex Montresor quando si misero in fila
migliaia di persone per offrire la loro disponibilità, serve il
trapianto di midollo osseo. Spiega all’ANSA l’ingegnere
napoletano Cristiano Costanzo, papà di Gabriele: “Rispetto ad
Alex la patologia è diversa, ma la cura analoga. Lanciamo un
appello per tentare di trovare un ‘gemello genetico’”. “Il 24
maggio dalle 9 alle 20 l’ADMO allestirà a piazza Dante a Napoli
una postazione per cercare un donatore compatibile con il
piccolo. Basta avere tra i 18 e i 35 anni, un peso di almeno 50
chilogrammi ed essere in buona salute, un semplice prelievo di
saliva verificherà la compatibilità” ha scritto oggi il sindaco
di Napoli, Luigi de Magistris, su Fb.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi