Gdf ferma sistema bancarotte “seriali” – Cronaca


(ANSA) – PERUGIA, 10 LUG – Sono ritenuti coinvolti in un
sistema di bancarotte “seriali” che ha prodotto un danno di
oltre quattro milioni di euro a creditori delle società fallite
ed erario, sei soggetti raggiunti da misure cautelari in
un’indagine della guardia di finanza di Perugia. Agli arresti
domiciliari sono finiti due amministratori delle società
coinvolte mentre altre quattro persone sono state sottoposte
all’obbligo di dimora. Bancarotta fraudolenta documentale e
patrimoniale nella gestione di società operanti principalmente
nel centro Italia, i reati ipotizzati.
   
Sono state inoltre denunciate 17 persone e 16 risultano le
società coinvolte. Nell’indagine sono finiti anche “stimati
professionisti” (di Perugia, Roma, Napoli e San Benedetto del
Tronto), alcuni direttori di banca e un avvocato del Foro del
capoluogo umbro accusato di avere fornito ai presunti
responsabili della frode gli strumenti giuridici per dissimulare
i trasferimenti di capitale, ottenendo in cambio una parte dei
proventi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi