Giro false fatture per contributi Artea – Cronaca


(ANSA) – SIENA, 27 FEB – Un giro di false fatture per
operazioni inesistenti finalizzate alla percezione di contributi
pubblici nel settore agricolo. E’ quanto scoperto dalla guardia
di finanza in Val d’Orcia (Siena) che ha sequestrato un immobile
rurale del valore di oltre un milione di euro e una somma
200mila euro, pari all’ammontare dei contributi pubblici
percepiti, ad un’azienda. Il suo amministratore è stato
denunciato per indebita percezione e truffa. L’attività
investigativa si è concentrata sulla contabilità e sui movimenti
fiscali di tre imprese scoprendo “un complesso meccanismo di
fatture per operazioni inesistenti atte a ‘giustificare’, da un
punto di vista meramente documentale, l’indebita percezione di
200mila euro di contributi Artea (Agenzia regionale per le
erogazioni in agricoltura”. Ulteriori indagini hanno permesso di
rilevare che “le somme di denaro inerenti il pagamento delle
fatture ‘artefatte’, dopo essere transitate su conti correnti
terzi, rientravano nella disponibilità dell’ideatore della
truffa”.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi