Google annuncia Play pass, la sua Netflix per videogame


ROMA – “E’ quasi l’ora, Google Play Pass sta per arrivare”. Con un tweet inviato dall’account ufficiale di Google Play, la società di Mountain View ha annunciato il prossimo arrivo del servizio Google Play Pass. Anche se non esistono ancora informazioni ufficiali, una serie di indizi scovati dalla stampa di settore indicano che si tratta di un servizio in abbonamento per giocare a un ampio numero di videogiochi disponibili sulla piattaforma mobile Android, senza pubblicità o acquisti in-app.

Il servizio, che si configura quindi un po’ come una Netflix dei videogame portatili, è la risposta di Google ad Apple che a inizio anno ha annunciato un prodotto in tutto e per tutto simile: Apple Arcade, chiaramente riservato ai dispositivi iOS e che a fronte di un pagamento mensile permetterà a partire da questo autunno di giocare ad alcuni titoli esclusivi su iPhone e iPad.  Il prezzo del Google Play Pass, sempre secondo le prime indiscrezioni, dovrebbe aggirarsi intorno ai 5 dollari al mese: nelle ultime settimane era infatti emersa l’esistenza del servizio in fase di test per un numero limitato di utenti negli Stati Uniti e con un costo appunto di 4,99 dollari.

L’arrivo del Google Play Pass, che potrebbe essere annunciato con una maggiore quantità di dettagli all’evento del prossimo ottobre organizzato dalla società dietro Android e il motore di ricerca, è un ulteriore passo della strategia della stessa Google nel settore dei videogame. Il prossimo novembre è infatti atteso l’arrivo di ‘Stadia’, il servizio di videogiochi in cloud di Google che punta a scardinare il dominio delle console tradizionali, come PlayStation di Sony, nel settore dei videogame. Anche Google Stadia sarà disponibile solo dietro il pagamento di un abbonamento e conferma come il mondo del gaming stia puntando con sempre maggiore convinzione verso formule “all you can play” rispetto all’acquisto di singoli dei titoli che ha invece caratterizzato i primi 40 anni di questa industria.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi