I ciclisti sono i pendolari che respirano meno smog


ROMA – I ciclisti sono i pendolari in città che respirano meno gas tossici e polveri sottili, perché sono quelli che si muovono più rapidamente e quindi sono meno esposti allo smog. Lo rivela una ricerca svolta a Leeds in Gran Bretagna dalla locale università. I ricercatori hanno preso in considerazione quattro tipi di pendolari: in auto, autobus, bicicletta e a piedi. Ciascuno è stato dotato di un rilevatore dell’inquinamento ed ha percorso 4 km nelle ore di punta sui percorsi dei pendolari per entrare ed uscire da Leeds.

La rilevazione è stata condotta a giugno. I ciclisti sono risultati quelli che impiegano meno tempo e inalano meno veleni: 11 minuti e 12 milioni di particelle. I passeggeri dei bus hanno impiegato 25 minuti e inalato 25 milioni di particelle, quelli delle auto 20 minuti e 21 milioni di particelle. I più sfortunati sono quelli che vanno a piedi: in 35 minuti hanno aspirato nei polmoni 55 milioni di particelle. La buona performance dei ciclisti secondo i ricercatori di Leeds è dovuta al fatto che impiegano meno tempo per muoversi e quindi sono meno esposti agli inquinanti. Le piste ciclabili migliorano ancora la loro situazione: stare lontani un metro o due dal traffico taglia di un quarto l’esposizione, senza contare che sulla ciclabile si impiega meno tempo per andare al lavoro e quindi si respira meno smog.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi