I diversamenti abili di Agape 2000 rivisitano Italo Calvino – Cronaca


I giovani e non diversamente abili del centro Agape2000 di Roma rivisitano e mettono in scena Italo Calvino. L’appuntamento è per domenica alle 18 al teatro Palladium di Roma

Dopo “Barnum Circus” del 2015 –  dove il tema era sperimentare attraverso una nuova forma di teatro e di danza il superamento e la consapevolezza dei limiti del proprio corpo – e dopo “Eco di Battaglie” del 2017 – tra mito e rivendicazione dei diritti negati – si conclude con Calvino la trilogia/trittico del laboratorio teatrale del centro con la commedia in due atti “Cigno appicica appiccica”. La commedia è liberamente tratta da una favola popolare di Italo Calvino, adattata a rappresentazione teatrale da Vincenzo Mazzone.

È un‘antica e misteriosa fiaba che racconta di una principessa triste che non ride. La vicenda. Un re, una regina e il loro regno con il susseguirsi di personaggi, loro sudditi, ognuno con la propria storia, un cigno magico tramite l’ironia e la fantasia romperanno lo schema classico delle fiabe a tre fasi: inizio, crisi e soluzione. Questi temi sono stati trattati nel laboratorio teatrale dell’associazione Hagape2000, che si è svolto nell’anno sociale 2018-2019.

Il coro attori è formato da 21 persone con disabilità che frequentano il laboratorio e sulla scena ci saranno tre assistenti-attori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi