Il divorzio dall’Europa – Europe – Blog


“Meglio dividersi”. Finalmente l’ha detto. Berlusconi è arrivato là dove la sua parabola umana e politica doveva portarlo: a constatare la incompatibilità del suo governo con l’Europa. E lo fa in tipico stile berlusconiano: “se non fosse possibile arrivare ad una visione comune, meglio dividersi”. Peccato che la “visione comune” a cui si riferisce sia la sua, e solo la sua. Comune a chi? Il resto d’Europa lo ha isolato, come si fa con un agente patogeno, e da molto prima che scoppiasse il caso immigrati.
L’incompatibilità del berlusconismo con un sistema di regole certe e con la faticosa ricerca di compromessi tra interessi divergenti, che sono la base e il fondamento dell’Europa, diventa ora manifesta e riconosciuta. Domani, magari, dirà che scherzava. O che è stato frainteso. Ma l’Europa non ha più voglia di scherzare con il suo governo. Ci hanno già isolato sul brevetto europeo, sulla Libia (salvo nostra repentina correzione di rotta), ora su Schengen. A quando il prossimo schiaffo?




http://bonanni.blogautore.repubblica.it/feed/

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi