Il Milan e due settimane da incubo: Gattuso resiste, bivio Supercoppa


MILANO – “Se cominciamo a segnare, non smettiamo più”. Kessié lo giura, ma in quel se c’è tutta la distanza tra le promesse dei giocatori del Milan e la realtà. Non segnano più, soprattutto gli attaccanti con Higuain in testa, che pure sarebbero deputati a farlo. Coi loro errori sotto porta, errori spesso inconcepibili per dei professionisti del calcio, in 4 partite di campionato (0-0 con Torino, Bologna e Frosinone, 0-1 con la Fiorentina) e in quella fatale di Europa League (1-3 con l’Olympiacos) hanno messo assieme soltanto 1 gol, quello del difensore Zapata, hanno lasciato scivolare la squadra fuori dalla zona Champions, dal quarto posto con vista sul terzo al sesto, e stanno facendo barcollare il loro allenatore.

DUE SETTIMANE DA INCUBO – Dal 9 dicembre col Torino al 26 dicembre col Frosinone sono stati 15 giorni da incubo per Gattuso, che ha il sostegno un po’ troppo implicito della società e viene lasciato da solo a difendersi in pubblico. Lui, in verità, difende il gruppo, sorvolando sulle carenze tecniche: “Non è il caso di puntare il dito contro questo o quello. La media d’età è bassa, molti ragazzi si spaventano di fronte alle difficoltà”. Ma nessun dirigente è uscito allo scoperto a rafforzare questa tesi. Leonardo e Maldini non hanno viaggiato con la squadra. Scaroni e Gazidis non hanno partecipato alla trasferta di Frosinone. Sabato a San Siro, nella decisiva partita con la Spal, dovrebbero esserci tutti. Sarà l’ultima del 2018 e anche l’ultima del girone d’andata. La vittoria è d’obbligo, per non staccarsi di più dalla zona Champions e per allontanare le ombre sulla panchina. I nomi per ora sono i soliti: Donadoni, Wenger, Conte. La pausa di gennaio potrebbe aiutare Gattuso a impostare con il club il mercato e a ripartire. Dopo la partita con la Spal, a prescindere dal risultato, la dirigenza affronterà l’argomento. 
 

        
BIVIO SUPERCOPPA – Per Gattuso allenatore dicembre non è mai stato un mese particolarmente fortunato. Nel 2014 all’Ofi Creta, club all’epoca sull’orlo del fallimento poi effettivamente avvenuto, tornato dalle vacanze di Natale si ritrovò senza mezza squadra – gli stranieri, stufi di non prendere lo stipendio, erano rimasti a casa – e scelse di dimettersi. Al Pisa subì una vistosa frenata nella stagione della promozione in serie B e l’annata successiva il contraccolpo delle traversie societarie. Esattamente un anno fa gli ci volle il derby di Coppa Italia, da cardiopalma la sera dell’esordio di Antonio Donnarumma, per mettere fine a una serie di risultati allarmanti. Non è dunque disabituato alle situazioni difficili come questa. A gennaio le cose di solito gli vanno molto meglio. Il Milan è scioccato dalla crisi d’inverno. Se quella a Gattuso è una fiducia condizionata, con la finale di Supercoppa contro la Juventus il 16 gennaio a Gedda all’orizzonte, la Champions rimane la vera ossessione.

NON BASTA PAQUETA’ – L’imperativo della famiglia Singer, che controlla il fondo Elliott proprietario del club, è la qualificazione alla coppa più ricca. Tutto passa attraverso un piazzamento tra le prime 4 in campionato, ma gli intoppi e le complicazioni sono aumentati. Non battere la Spal rischierebbe di aumentare il distacco dalla Lazio quarta in classifica, l’ultima posizione utile all’obiettivo, e di alimentare l’ammucchiata che include ormai 7-8 squadre. Per uscire dalle secche, è necessario il rafforzamento sul mercato. L’innesto del brasiliano Paquetà, talento in arrivo a gennaio, non può bastare. Troppi sono i guai, che hanno decimato la rosa. A centrocampo, come la sconfitta con la Fiorentina ha crudamente dimostrato il giorno della contemporanea assenza per squalifica di Kessié e Bakayoko, i rinforzi sono anche numericamente necessari. Con Biglia fuori uso fino a marzo e Bonaventura per l’intera stagione, il progetto tattico del 4-3-3 è stato stravolto.

APPRENSIONE PER SUSO – La vera beffa è l’accanimento del destino, che continua a privare Gattuso dei migliori. Negli ultimi 2 mesi e mezzo la media dei titolari infortunati non è stata mai inferiore a  4-5, tutti in ruoli cruciali. L’ultimo della serie è Suso, che per un edema nella regione pubica ha saltato la trasferta di Frosinone. Si tratta probabilmente del giocatore più forte, certamente del più ispirato, data la sua incidenza sui gol del Milan. Il recupero per la partita con la Spal sembra improbabile: più verosimile aspettarlo per quella di Coppa Italia con la Sampdoria, il 12 gennaio, o per la finale di Supercoppa. Il suo sostituto Castillejo ha malamente sprecato l’occasione. Gattuso, che ha per definizione l’animo del combattente, non ha accusato i 3 veri responsabili dello 0-0 – Higuain, Çalhanoglu, Castillejo – e ha scelto i toni morbidi: “Urlare non serve, così come non serve il ritiro, perché giochiamo sempre e in ritiro ci siamo sempre. Servono concentrazione, brillantezza e soprattutto concretezza sotto porta”. Quella che Kessié promette e che Higuain ha dimenticato.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/sport/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi