Il tweet di Elon Musk: “Bombe atomiche su Marte”


ELON Musk torna a alla carica: “Nuke Mars!”. Il messaggio lanciato su Twitter, annunciando una t-shirt a tema quanto prima, torna a riproporre l’idea di bombardare il pianeta rosso con testate nucleari per renderlo vivibile. Lo scopo sarebbe quello di sciogliere le calotte polari così da liberare anidride carbonica nell’aria e creare un effetto serra che renda sopportabili le temperature estreme di Marte.

Nel 2015 mr. Tesla aveva già esposto la teoria delle bombe a idrogeno davanti alle telecamere di The Late Show With Stephen Colbert, cosa che gli era valsa la definizione di ‘super cattivo’ da fumetti da parte del conduttore della trasmissione americana.

Grazie all’esplosione nucleare, secondo Musk, sul pianeta rosso si libererebbe l’acqua intrappolata nei poli rilasciando CO2 utile per rendere il pianeta abitabile. Una teoria più volte considerata irrealizzabile se non insensata dagli scienziati, sia per le tecnologie a nostra disposizione che per i risultati. “Terraformare” Marte, secondo gli esperti Nasa, è qualcosa di più vicino alla fantascienza che alle reali possibilità di trasformarlo in un pianeta da colonizzare.

in riproduzione….

Eppure il sogno di Musk, che è solito usare i social per rilanciare le sue provocazioni, resta quello di sbarcare sul pianeta rosso nei prossimi anni e magari restarci. Nel frattempo, il miliardario non rinuncia al marketing a sostegno dei suoi progetti, da Tesla a Space X e fino a Neuralink, il progetto per leggere (e controllare) il pensiero. Come già fatto lanciando un manichino vestito da astronauta a bordo di un’auto nello spazio, oppure per pubblicizzare i suoi lanciafiamme da milioni di dollari. Così non si sa mai quando e se Musk faccia sul serio, sempre a caccia di popolarità, prima ancora di conquistare lo spazio.

in riproduzione….


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA




http://www.repubblica.it/rss/scienze/rss2.0.xml

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi