Immigrazione, centri d’espulsione: pochi e inefficienti: “O si aboliscono, o si fanno meglio”


ROMA – L’Italia dei porti chiusi, dei respingimenti in mare e della guerra alle ong, ha un fronte interno del tutto sguarnito. È quello della complessa macchina delle espulsioni che continua a non funzionare da anni. Basta guardare ai numeri dei trattenuti nei centri: tremila i migranti effettivamente rimpatriati nel 1998, 11mila nel 2005, solo 1.685 nel 2018. Riportare a casa gli irregolari resta una missione quasi impossibile. E questo nonostante nei centri ci finiscano le nazionalità meno difficili da espellere: solo il 20% dei migranti di cui i questori chiedono il trattenimento, viene infatti effettivamente chiuso nei centri. 

Dai Cpt ai Cpr. A monitorare l’andamento dei centri dal ’98 a oggi è un’analisi del sociologo Marzio Barbagli, che da anni lavora sui dati relativi a immigrazione, sicurezza e criminalità. Un passo indietro: i Centri di permanenza temporanea (Cpt) sono stati introdotti nel 1998 dalla legge Turco-Napolitano, con la Bossi-Fini del 2002 sono stati ribattezzati Cie (Centri di identificazione ed espulsione) e infine rinominati Cpr (Centri di permanenza per il rimpatrio) dalla Minniti-Orlando del 2017. Cambiano i nomi, non l’obiettivo: qui i migranti irregolari vengono trattenuti ai fini dell’identificazione prima e dell’espulsione poi. Il tempo di permanenza massimo, in base al recente decreto sicurezza del ministro Matteo Salvini, è di 180 giorni. Ma funzionano davvero?

Un lungo fallimento. Due le premesse: «Primo, è difficile pensare ad altri sistemi di rimpatrio che non siano i Cpr – sostiene Barbagli – secondo, la percentuale degli espulsi sul totale dei trattenuti nei centri è superiore alla percentuale degli espulsi sul totale degli irregolari rintracciati sui territori. Dunque, seppur parzialmente, funzionano». È anche vero però che non tutti finiscono rinchiusi nei centri, di solito ci vanno le nazionalità con le quali ci sono accordi di riammissione e dunque più facili da espellere. «Basta pensare – spiega Barbagli – che solo il 20% dei migranti irregolari, di cui questori e prefetti chiedono il trattenimento, finisce davvero nei centri».

Il crollo delle espulsioni. Guardiamo ai numeri: si è passati dai 5mila trattenuti nei Cpt e i 2.858 effettivamente espulsi del 1998, al picco dei 16mila trattenuti nei Cie con oltre 11mila rimpatriati del 2005, fino ad arrivare ai 3.700 rinchiusi nei Cpr l’anno scorso, con solo 1.685 tornati a casa. Un crollo: in passato si è arrivati a rimpatriare anche il 70% dei trattenuti, ora siamo a meno del 50%. «L’efficacia dei centri è diminuita, nonostante ci finiscano sempre meno persone – conferma Barbagli – il problema è che sono gestiti male, n’è diminuito il numero e le condizioni di vita interne risultano spesso inaccettabili. Molte amministrazioni comunali non li vogliono sul loro territorio. Insomma i centri sono stati abbandonati, ma non chiusi. È mancata una linea chiara soprattutto da parte dei governi di centrosinistra. Bisogna decidersi. O si aboliscono, o si fanno meglio». 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml

Realizzazione, creazione, sviluppo siti web ed assistenza informatica Napoli


Realizzazione siti web ed assistenza informatica Napoli


Cartomanzia basso costo


Fabbro idraulico elettricista – Bologna, Ferrara, Parma, Modena


Assistenza caldaie Firenze

Fiorai Napoli, Fioristi Napoli, Fiori Napoli, Fioraio Napoli

Aste Online, Aste al centesimo Online, Aste al ribasso gratuite, Aste online Iphone

cartomanti al telefono

Cartomanzia Divina

Tarocchi decani

Casa dei cartomanti

Astrocartomanti

Studio sibille cartomanzia

Pronto intervento Fabbro, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto intervento elettricista, Modena, Bologna, Ferrara

Pronto Intervento idraulico, Bologna, Modena, Ferrara

Incantesimi e legamenti d’amore

Sitiwebs

Sviluppare siti internet

Websolutions

Cartomanti Roma

Cartomanti Napoli

Tarocchi amore futuro immediato relazione

Tarocchi del destino per single e della vita

Lettura tarocchi dell’amore

Studio Sibille Cartomanzia

Cartomanti Sibille

Consulti di cartomanzia

Cartomanzia Promozionale

Cartomanti Sensitive al telefono

Cartomanti Europei

Magia Rossa

Magia Bianca

Magia Nera

Sito web vetrina

Sito web per ristoranti

Realizzazione sito web e-commerce

Software aste al centesimo

Cartomanti al telefono

Tarocchi della zingara

Cartomanzia al telefono

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi